In centinaia protestano contro i vaccini obbligatori: "Trattano sulla pelle dei nostri figli"

Adesione massiccia al corteo organizzato per domenica sera a Lecco. Partita da "La Meridiana", la fiaccolata è arrivata nel centro città

La testa della fiaccolata anti vaccini obbligatori tenutasi questa sera a Lecco (LeccoToday)

Una lunga passeggiata per il centro di Lecco, tra slogan contro il ministro Lorenzin e la volontà di affermare un diritto costituzionale. Sono stati rumorosi, ma civili, i centinaia di aderenti alla fiaccolata contro i vaccini obbligatori imposti dal decreto legge in corso di approvazione al Senato. Un vero e proprio moto di protesta si è scatenato in tutta Italia e Lecco non è stata da meno. Sara Anzellotti, Veruska Scarpini e il Movimento Genitori nella serata di domenica hanno capeggiato circa tre-quattrocento persone che, partite da "La Meridiana", hanno percorso il tragitto fino a piazza Cermenati, passando di fronte anche al Comune di Lecco.

Quali sono le principali motivazioni che muovono queste associazioni? Lo spiega la stessa Anzellotti: "Si sta facendo movimento per far sentire la nostra voce. Non siamo contro il decreto, ma contro l'obbligatorietà imposta, assolutamente anticostituzionale. La scuola è un diritto, non si può andarvi contro. Qui in piazza nessuno si sta divertendo, abbiamo tutti dietro le nostre famiglie, mio figlio è gravemente malato e gli sto togliendo tempo, sono qua perchè mi sento costretta a farlo." Il Belpaese fa sempre un po' storia a sè, su determinate tematiche: "L'Italia è sempre un caso strano, da italiana posso dire che tante cose non funzionano, ci troviamo a dover combattere un'epidemia inesistente, tutta questa urgenza non la vediamo. In Europa saremo gli unici a imporre 10-12 vaccini, ma è una trattativa che si svolge sulla pelle dei nostri figli. Mi ritengo una madre informata, premurosa e che si può prendere tranquillamente cura di suo figlio. Vaccini si, ma solo dopo un'attenta analisi famigliare."

L'evento ha goduto dell’appoggio di alcune tra le più importanti associazioni a livello nazionale, come: Auret, Comilva, Condav e Il sentiero di Nicola, Colors Radio oltre che del gruppo dei Genitori NO OBBLIGO Lombardia. Presenti anche i rappresentanti della Lega Nord.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Covid-19, nuova ordinanza regionale: nuove regole per bar e ristoranti, "stop" alle competizioni dilettantistiche da contatto

  • Il governatore Fontana firma l'ordinanza: stop a movida e allo sport dilettantistico

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Auto sfonda il guard rail e precipita da uno dei tornanti della vecchia Lecco-Ballabio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento