menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I camion incastrati a Mandello (Foto di Fiammetta Dagama dal gruppo Facebook "Sei di Mandello se")

I camion incastrati a Mandello (Foto di Fiammetta Dagama dal gruppo Facebook "Sei di Mandello se")

Camion incastrati in curva a Mandello, il sindaco: «Impossibile allargare la strada»

È accaduto mercoledì mattina sul curvone dopo la Canottieri Moto Guzzi. Fasoli: «Un semaforo sarebbe deleterio per il traffico. Possiamo solo fare manutenzione»

È un punto critico della viabilità del lago, sulla Provinciale 72, in particolare per i cittadini di Mandello e Abbadia Lariana. Di cosa stiamo parlando? Del curvone poco distante la Canottieri Moto Guzzi che segna l'ingresso nel comune mandellese, proprio sotto il costone di roccia.

Non è così inusuale che due mezzi pesanti si trovino a percorrere la curva contemporaneamente, nei sensi opposti di marcia, rimanendo incastrati. Ed è quanto accaduto mercoledì mattina intorno alle otto, causando un disagio al traffico veicolare nell'ora di punta. I mezzi, infatti, sono stati costretti a fermarsi e a improvvisare numerose manovre, coinvolgendo le auto che li seguivano, per riuscire a passare. Per fortuna la situazione si è risolta senza danni, ma non si tratta della prima volta.

Su Facebook, in particolare sul gruppo "Sei di Mandello se...", moltissimi mandellesi invocano una soluzione al problema, ma per il sindaco Riccardo Fasoli non è di facile ideazione. Innanzitutto occorre sgomberare il campo da un equivoco di fondo. La strada è la Provinciale 72, ma essendo Mandello un paese con una popolazione superiore ai 10mila abitanti, la competenza è proprio dell'Amministrazione comunale.

Lo scorso anno caddero sassi sulla strada

«Quando lo scorso anno caddero sassi sulla strada - ricorda il primo cittadino - fummo noi a gestire l'emergenza. Purtroppo si può fare ben poco. Abbiamo chiesto ai proprietari delle abitazioni sopra il costone di roccia di fare un intervento di pulizia straordinaria, con un contributo del Comune. Il costone è infatti su mappali privati. Sarebbe necessario provvedere alla pulizia del verde e completare la messa in sicurezza delle pareti paramassi».

In tanti chiedono l'allargamento della sede stradale. «Questo è improponibile con la roccia spiovente sulla Provinciale, così come istituire un semaforo con il senso unico alternato - prosegue Fasoli - Purtroppo ogni tanto capita che i mezzi pesanti rimangano incastrati, ma va rilevato che la circolazione stradale non si mai fermata per colpa di questo problema. Un semaforo sarebbe anche peggio, soprattutto nelle ore di punta al matt‌ino e nel tardo pomeriggio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento