Violento scontro fuori da un bar, arresti e denunce per rissa e lesioni

I carabinieri hanno individuato otto persone coinvolte a vario titolo nel grave fatto di cronaca avvenuto il 19 agosto a Paderno D'Adda. Un 69enne si trova ancora ricoverato in ospedale in prognosi riservata

Un'immagine della violenta rissa.

Arresti, obblighi di dimora e denunce per rissa e lesioni a carico di otto persone coinvolte - a vario titolo - nella violenta rissa scoppiata alcuni giorni fa a Paderno D'Adda. Questi i provvedimenti assunti delle autorità competenti dopo le attività di indagine avviate dai carabinieri a seguito del grave fatto di cronaca avvenuto il 19 agosto scorso all'esterno del locale "Garage Cafè" nel comune brianzolo.

Scontro tra due gruppi antagonisti del Meratese e della vicina provincia di Bergamo

Nella mattinata di oggi, 31 agosto, i Carabinieri della Compagnia di Merate, hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Lecco a carico dei soggetti identificati come partecipanti alla rissa. L’attività investigativa, condotta dai Carabinieri del Norm della Compagnia di Merate nei momenti immediatamente successivi allo scontro, incentrata in particolare nella raccolta di testimonianze e nell’analisi delle immagini tratte dai circuiti di videosorveglianza (vedi foto), ha permesso di accertare che l’episodio violento risulta attribuibile ad otto soggetti, suddivisi in due gruppi antagonisti, uno di persone residenti nel Meratese e l’altro proveniente dalla vicina provincia di Bergamo che, per motivi non ancora completamente delineati, sono venuti a contatto, causando tra l’altro gravi lesioni al 69enne G.R., tuttora ricoverato in prognosi riservata presso l’Ospedale di Lecco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I provvedimenti

Le indagini dell’Arma, coordinate dal Sostituto Procuratore Andrea Figoni, hanno consentito di applicare la misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di G.G., 21enne di Calusco d’Adda già noto alle forze dell'ordine, identificato quale autore materiale del pugno sferrato a G.R.; nonché quelle dell’obbligo di dimora a carico di L.C., 28enne di Calusco d’Adda e di D.R., 37enne di Merate (figlio di G.R.) entrambi già noti alle forze dell'ordine. Sono inoltre stati denunciati a piede libero, oltre al già citato G.R., anche B.L. 27enne di Medolago, C.D., 37enne e G.R., 39enne, entrambi di Robbiate e T.M., 38enne, residente a Merate.

Ubriachi, aggrediscono tre minorenni e una famiglia a Belledo: scattano le denunce

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Omicidio di Olginate: dopo otto giorni, Stefano Valsecchi si è costituito

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Carabinieri in forze ed elicottero nei cieli di Calolzio, serrate ricerche per trovare il presunto omicida di Olginate

  • Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento