Perdono il sentiero in Val di Mello, recuperati quattro lecchesi

Partiti per una passeggiata senza attrezzatura adeguata e senza conoscenza del territorio, si sono presto ritrovati bloccati in una zona impervia. In loro aiuto il Soccorso alpino

(Foto di repertorio)

Intervento degli uomini della XIX Delegazione del Soccorso alpino, sabato pomeriggio, in Val di Mello (Sondrio), per recuperare quattro ragazzi tutti residenti nel Lecchese.

L'allerta è giunta intorno alle 15, lanciato da giovani di nazionalità romena, ecuadoriana, marocchina e italiana, rimasti bloccati in montagna. I quattro sono partiti per una passeggiata senza conoscere il territorio, perdendo poi il sentiero e ritrovandosi in una zona molto impervia, senza le necessaria attrezzatura.

Colpita da un sasso durante l'escursione

Hanno avuto, però, l'accortezza di fermarsi in prossimità di alcune baite diroccate. Attraverso internet hanno cercato informazioni e contattato una guida che, appresa la situazione, ha subito chiamato la Centrale. Sul posto sono arrivate le squadre territoriali del Cnsas.

Nonostante le informazioni frammentarie, i soccorritori li hanno individuati e riportati a valle nel giro di un paio d'ore. 

I consigli del Soccorso alpino

Per attivare il Soccorso alpino in Lombardia occorre chiamare il numero unico di emergenza 112: la Centrale, valutata la situazione, invierà poi i soccorritori e i mezzi più idonei per risolverla. Non bisogna però affidarsi esclusivamente al telefonino, perché in alcuni punti non c’è copertura, a volte le batterie possono scaricarsi in poche ore: la migliore prevenzione è sempre quella che proviene dal buon senso e dall’attenzione con cui ci si avvicina alla montagna in base alle condizioni esterne e alle proprie possibilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

  • "Lecco non si lega": mille alborelle scendono in piazza contro violenza e odio

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

Torna su
LeccoToday è in caricamento