Ricerche senza sosta a Mandello, ma la bambina non si trova

Le squadre hanno perlustrato il lago anche durante la notte

Notte di ricerche a Mandello del Lario. Per tutta la notte tra il 15 e il 16 agosto le squadre dei sommozzatori arrivate da Milano, Torino e Genova hanno scandagliato la zona che si trova di fronte alla foce del Meria, ma senza risultati: la giovane di 11 anni - di origini africane, ma residente a Bulciago - inghiottita dalle acque lacustri intorno alle ore 16 di Ferragosto non è ancora stata ritrovata. 

soccorsi ricerche mandello ragazzina lago 16 agosto 20232

La tragedia di Mandello

A distanza di una manciata di giorni dall'ultimo episodio mortale, e nonostante i suggerimenti di Ats Brianza per renderne più sicura la fruizione, a Mandello dal tardo pomeriggio di martedì si stanno vivendo attimi di grande dolore. La ragazzina di 11 anni, è entrata in acqua in prossimità della foce del torrente Meria affollata di bagnanti per il Ferragosto, ma non è più riemersa.

I soccorsi in una spiaggia gremita a Mandello-2

Immediata è scattata la chiamata ai soccorsi: dalla centrale operativa di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza) è stata disposta la partenza dell'ambulanza del Soccorso degli alpini di Mandello e dell'automedica. Sul posto anche i mezzi nautici dei vigili del fuoco del comando provinciale e del distaccamento di Bellano, oltre ai carabinieri per gli accertamenti sull'incidente. Da Milano è decollato l'elicottero del 118, poi atterrato nel vicino campo sportivo comunale. Le ricerche della giovanissima sono iniziate dopo le 16 circa e si sono protratte, anche con l'utilizzo dell'elicottero Drago dei vigili del fuoco, sino al sopraggiungere dell'oscurità, purtroppo senza esito. 

L'incidente ha squarciato la giornata festiva delle centinaia di persone che gremivano le rive mandellesi per il Ferragosto. L'estate 2023 si è rivelata finora tragica sul lago, con due persone morte e un disperso.

Video popolari

LeccoToday è in caricamento