rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Notizie

Tempi di vestizione, la Cisl: “Nessun accordo firmato con Asst Lecco”

Cristina Copes replica alle dichiarazioni rilasciate dalla Funzione Pubblica della Cgil Lecco

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

In relazione alle dichiarazioni rilasciate alla stampa nella giornata di ieri dalla Fp Cgil Lecco, la Cisl Fp Monza Brianza Lecco precisa di non aver firmato nessun accordo con l’Asst Lecco sui tempi di vestizione introdotti dal CCNL 2016-2018.

“Il tavolo di confronto sindacale con l’azienda sui tempi di vestizione previsti dal CCNL 2016-2018 si è riaperto solo da  settembre 2022, dopo aver concluso le conciliazioni sui tempi di vestizione riguardanti gli anni precedenti il CCNL 2016-2018” ha affermato Cristina Copes, Segretaria Cisl Fp Monza Brianza Lecco specificando che “nei vari incontri intercorsi non siamo riusciti a trovare un accordo in quanto la proposta aziendale ci è risultata troppo penalizzante nei confronti del personale sanitario che in questi anni  ha accumulato migliaia di ore e di ferie arretrate che  fa fatica a recuperare”.

La Categoria del Pubblico Impiego della CISL ha inoltre precisato che nel prossimo incontro con l’azienda, previsto per venerdì 20 gennaio, ripresenterà un’ipotesi di accordo - preparata in accordo con altre sigle sindacali e avvallata ieri anche dalla Rsu - che prevede, oltre ad una piccola quota che l’azienda si è resa disponibile a pagare con le risorse del bilancio aziendale, un impegno dell’azienda a presentare un piano credibile di recupero delle ore di vestizione accumulate dal 21maggio 2018 in poi con cadenza regolare e trimestrale al fine di smaltire tale montante entro il prossimo triennio senza andare a compromettere la programmazione delle ferie e dei riposi spettanti. “Di quest’ultime chiediamo una verifica trimestrale! Sappiamo benissimo che è un problema nazionale la carenza di personale sanitario ma siamo anche convinti che una migliore organizzazione del lavoro possa permettere una migliore conciliazione vita-lavoro del personale sanitario che quindi a sua volta sarà più propenso a rimanere a lavorare in Asst Lecco: solo così un piano di assunzione necessario per questa azienda sarà più fattibile e proficuo rendendo l’azienda più attrattiva per il personale sanitario”.

La CISL FP continuerà a vigilare perché gli impegni presi dall’azienda nei confronti di lavoratrici e lavoratori venga onorato “Se al controllo l’azienda non sarà stata in grado di far recuperare, e suddette ore di vestizione accumulate da maggio 2019 al 31 ottobre 2022 se ne richiederà il pagamento con le risorse del bilancio aziendale”.

Cristina Copes
Segretaria CISL FP Monza Brianza Lecco

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tempi di vestizione, la Cisl: “Nessun accordo firmato con Asst Lecco”

LeccoToday è in caricamento