rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Notizie Mandello del Lario

Davide, l'uomo "che legge" nella mente degli altri

La storia del mandellese Vicini, titolare di un'impresa di pompe funebri e mentalista. "Sono cresciuto da autodidatta, appassionato di questa arte fin da piccolo"

A Mandello e zone limitrofe il suo nome è legato all'azienda di famiglia di cui ora è titolare. Un lavoro delicato e impegnativo che richiede anche una buona dose di approccio psicologico: si tratta infatti di un'impresa di onoranze funebri. Parliamo di Davide Vicini, 35 anni, molto conosciuto in paese anche per una sua seconda attività: al momento opportuno diventa infatti uomo di spettacolo, indossando i panni del mentalista.

Chi è il mentalista? Tecnicamente potrebbe essere definito come un artista che si esprime attraverso delle performance di mentalismo: i mentalisti eseguono sul loro pubblico dei giochi mentali nei quali, attraverso precise tecniche, riescono ad apparire come individui capaci di leggere il pensiero. Davide sarebbe dunque in grado di interpretare il pensiero altrui, una capacità frutto di studi dedicati alla scoperta dei poteri della mente.

"Per questa arte non esistono scuole, io sono cresciuto da autodidatta, appassionato del tema fin da bambino" - precisa Vicini, che sta riscuotendo molto successo come mentalista. Diversi - e legati a marchi importanti - i meeting aziendali e i team di lavoro che lo hanno già visto protagonista.

Dal lago al Qatar, i Mondiali del Dj mandellese Marra

"Appena salgo sul palco sono io a dichiarare del mio lavoro nell'azienda di famiglia". Poi decolla la sua arte, creando stupore e meraviglia tra gli spettatori. "Il pubblico - aggiunge il mandellese - deve sentirsi accolto dove nulla c'è di pericoloso o imbarazzante, da solo non potrei fare niente perchè lo spettacolo nasce dalla gente stessa che assiste ai miei spettacoli".

Davide potrebbe benissimo essere un personaggio televisivo in grado di "bucare lo schermo", ma quel legame profondo che crea con le persone diffuso dall'elettrodomestico di casa a suo dire "sa di artefatto, dal vivo è tutto più autentico. Il mentalista mandellese predilige infatti salire sui palchi, dove, come su quello di casa a Mandello, ha ospitato l'amico Paolo Ruffini.

Sottrattosi al piccolo schermo, ma non al grande, la sua storia artistica ha ispirato la regista lecchese Ilaria Pezzone. Infatti per il mentalista di casa nostra ha girato nel 2020 il documentario “Var-hami”che si è aggiudicato premi a festival cinematografici negli Usa. Per arrivare a salire l'Olimpo della mentalist, Vicini ha letto e studiato molto, incontrando nomi di alto calibro del settore come quello del performer Aurelio Paviato, italiano, campione al Mondo di Magia.

(Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Davide, l'uomo "che legge" nella mente degli altri

LeccoToday è in caricamento