«I rioni lecchesi chiedono meno auto e più percorsi pedonali»: il sondaggio di Ambientalmente

La civica green che sostiene la candidatura di Mauro Gattinoni (centrosinistra) ha svolto delle interviste tra i cittadini di Lecco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Meno automobili, più aree pedonali. Questo chiedono i commercianti e i residenti dei rioni di Lecco, secondo quanto emerge dal sondaggio effettuato da Ambientalmente, lista promossa dall’assessore all’ambiente Alessio Dossi, candidata alle prossime elezioni cittadine.

Il questionario che Ambientalmente ha rivolto per due settimane nel mese di giugno agli esercizi commerciali dei rioni della città, circa 45 interviste, è stata un’esperienza molto positiva di dialogo con una realtà poco visibile, ma indispensabile per la vita dei quartieri della città di Lecco – spiega la lista green -. Insieme abbiamo incontrato persone, situazioni, problemi e volti che ci restituiscono la vera identità dell’abitare oggi la città di Lecco. I nostri rioni hanno in prevalenza attività commerciali legate ai servizi alla persona e al settore alimentare e alla ristorazione, fig. n.1, le attività non sono molte, e in alcuni quartieri poche o quasi del tutto assenti.

Nei rioni si vive bene e si vorrebbero poter incrementare le diverse attività anche a fini turistici, ma è difficile investite e guardare ad una crescita futura, fig.n.2, per due ordini di ragioni: la difficoltà a di intercettare nuove modalità di servizio legate alle nuove tecnologie e all’innovazione della vendita legata alla rete e al servizio a domicilio;

la necessità di cura degli spazi urbani d’uso collettivo dei quartieri (giardini pubblici, aiuole, marciapiedi, ecc..) e di regolamentazione dei parcheggi e delle soste.

Ambientalmente non aveva dubbi sul desiderio di una maggior pedonalizzazione dei rioni, giunta non solo da chi promuove i temi della sostenibilità, ma anche dai cittadini dei rioni che mettono in cima ai loro interessi la qualità della vita e la bellezza dell’abitare in spazi a misura d’uomo.

La lista si impegna dunque a promuovere in tempi brevi per gli esercenti dei rioni e di conseguenza per i residenti di Lecco:

  • soste brevi o “parcheggi di rione” per accesso ai servizi di quartiere, soste giornaliere con finalità escursionistica o di turismo urbano, parcheggi di interscambio con mezzi pubblici o altri mezzi di mobilità alternativa per raggiungere in modo alternativo e accessibile i quartieri più esterni al centro storico;
  • micro-percorsi pedonali anche limitati ad alcune fasce orarie per incentivare la fruizione pedonale dei servizi commerciali di prossimità o il turismo urbano di quartiere, ridisegnando così il volto dei rioni anche attraverso l’attuazione della legge regionale sulla “Rigenerazione urbana e territoriale”.
  • reti di comunità di scopo tra residenti e commercianti per migliorare la sicurezza e la qualità della vita, risolvendo i problemi del degrado urbano in una logica di collaborazione pubblico/privata. 

Per il rilancio del commercio nei rioni, Ambientalmente presenta “Il Piano Piccolo Commercio di Vicinato”.  Queste le proposte:

  • Sportello di Progetti di Valorizzazione Commerciale (decoro delle aree, il rilancio dei locali sfitti/inutilizzati dal punto di vista commerciale, cura condivisa degli spazi verdi, coordinamento dei fronti commerciali la riduzione del canone per occupazione di suolo pubblico per le aree esterne a fini di valorizzazione rionale, )
  • Emissione di avvisi pubblici, finalizzati ad incentivare la nascita di nuovi negozi attrattivi ed attività di somministrazione a basso impatto in locali commerciali sfitti/inutilizzati
  • Snellimento e accompagnamento per il rilascio delle autorizzazioni di esercizio per le medie e piccole strutture di vendita,
  • Avvio di progetti pilota, con il coinvolgimento dei proprietari di immobili in arre degradate o dismesse per la valorizzazione integrata delle attività economiche urbane per l’insediamento di nuove attività sinergiche con il commercio su area pubblica, le produzioni culturali e creative innovative (coworking, incubatori/start up, artigianato digitale, luoghi id aggregazione per persone in situazione di fragilità).
  • Adozione di politiche di contesto (ad es. cultura, viabilità, ambiente) per la pedonalizzazione di alcune aree dei rioni;
  • Analisi ai fini della trasformazione in prossimità degli assi commerciali con presenza di negozi di vicinato di parcheggi a sosta gratuita temporanea.

1-8-29

Fig. n.1 Sintesi tipologia di attività lavorativa

2-4-10

3-5-10

4-13

5-7

Fig. n. 2 sintesi di alcune domande del questionario

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento