Corrado Valsecchi (Appello per Lecco): "Bodega mi attacca sul piano personale, dovrebbe vergognarsi"

"Ha contratto debiti in tempi di vacche grasse e torna per fare il Sindaco quando i conti sono risanati"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Fa bene Lorenzo Bodega ad attaccarmi perché è consapevole che il suo tallone d'Achille sarà Appello per Lecco: come è consuetudine della vecchia politica e dei vecchi politicanti sferra l'attacco sul piano personale e professionale, cosa della quale dovrebbe solo vergognarsi.

Mentre lui faceva il dipendente pubblico, il Sindaco, il Parlamentare, dilapidando e depauperando risorse ingenti del Comune di Lecco per far rifare tre volte viale Turati, lasciare piazza Affari nella situazione in cui si trova, comprare una piattaforma a lago che serve come servizio igienico dei piccioni, e rifare una piazza centrale che è un colabrodo, costa una enormità in manutenzione e fa rimpiangere quella vecchia con il suo mercato in centro, io lavoravo nel settore privato da una vita. E queste sono solo alcune delle iniziative assurde del Sindaco per davvero.

Io, al contrario, non ho mai voluto fare attività istituzionale perché non ho ritenuto opportuno fare la professione del politico: ho iniziato a lavorare nel 1973 da operaio e adesso dopo 42 anni di lavoro mi appresto ad andare in pensione da dirigente industriale rendendomi disponibile a dare una mano alla città, mettendo a disposizione la mia esperienza e competenza, se i cittadini voteranno in maniera convinta per Appello per Lecco.

Lorenzo Bodega è il maggior responsabile della crisi in cui è caduta la città, ha indebitato la città in tempi di vacche grasse per soddisfare le sue ambizioni di carattere politico per andare in Parlamento. Lui ha prodotto i debiti e Virginio Brivio li ha dovuti pagare.

Adesso che i conti sono a posto torna per fare il Sindaco per davvero, cioè: contrarre mutui, indebitare una comunità, fare e rifare strade, tanto poi qualcuno dovrà pagare i debiti che Lui farà, magari con l'intento di rientrare in Parlamento sulla carrozza dell'ennesimo partito disponibile a dargli ospitalità.

Spero di cuore che la comunità di Lecco non si lasci tentare dal "canto delle sirene", mi auguro che i cittadini abbiano compreso il progetto di Appello per Lecco che sostiene Brivio per consentire un cambio di passo ora che i conti sono stati risanati e siamo un Comune virtuoso e per consentire alla nostra Civica di potersi candidare tra cinque anni a guidare il Comune di Lecco.

Ultima cosa, caro Lorenzo: mentre tu con la pubblica amministrazione ci hai campato alla grande, con stipendi e  vitalizi,  sia come dipendente che come politico, io in questi 42 anni oltre a essere sempre stato un buon contribuente privato non ho mai lesinato di mettere a disposizione anche le mie risorse personali e quelle dei miei amici per la città. Questa è la semplice differenza tra di noi è se permetti da te non accetto lezioni di nessun genere ne professionali e tantomeno politiche.

Corrado Valsecchi
Portavoce Appello per Lecco

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento