ValtellinaToday

"Morbegno in Cantina" a Consorzio Turistico di Morbegno e "Porte in Valtellina"

Il comunicato stampa del Comune di Morbegno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

La Giunta Comunale ha approvato nella seduta odierna la delibera che autorizza il Consorzio Turistico di Morbegno e il Consorzio Turistico "Porte di Valtellina" all'utilizzo del marchio "Morbegno in Cantina" e all'organizzazione dell'evento limitatamente all'edizione 2016, nelle date del 24-25 settembre, 1-2, 7-8-9 e 15-16 ottobre.

In base alle manifestazioni di interesse pervenute entro la scadenza dell'8 agosto scorso, la Giunta ha deliberato che entrambi gli organizzatori debbano venire autorizzati all'utilizzo del marchio "Morbegno in Cantina", sulla base della seguente ripartizione territoriale:

  • il Consorzio Turistico di Morbegno si impegna ad attuare la gestione totale dell'evento sulla città di Morbegno;
  • il Consorzio Turistico "Porte di Valtellina" si impegna ad attuare la gestione totale dell'evento sui Comuni del mandamento aderenti alla manifestazione.

La Giunta ritiene che le proposte operative pervenute da parte del Consorzio Turistico di Morbegno e dal Consorzio Turistico "Porte di Valtellina" presentino i caratteri della concretezza operativa e appaiano entrambe idonee a garantire l'adeguato svolgimento della manifestazione; in particolare:

  • il Consorzio Turistico di Morbegno ha presentato una manifestazione di interesse completa e circostanziata, consistente in una proposta progettuale che tiene conto degli aspetti economici e organizzativi, oltre a una proposta di collaborazione con svariati partner del territorio, tra cui il Consorzio Tutela Vini di Valtellina e Il Consorzio Tutela Valtellina Casera e Bitto;
  • il Consorzio Turistico "Porte di Valtellina" ha presentato una manifestazione di interesse corroborata da credenziali oggettivamente riscontrabili, quali la gestione dell'evento nelle passate edizioni.

Lo svolgimento dei servizi di supporto e di presidio nelle cantine, richiederà, al pari dei precedenti anni, il coinvolgimento delle associazioni di volontariato operanti sul territorio, che saranno coordinate e remunerate direttamente, per quanto di rispettiva competenza, dal Consorzio Turistico di Morbegno e dal Consorzio Turistico "Porte di Valtellina", sulla base di accordi preventivi e a seconda dell'ambito territoriale di riferimento.

Nelle ultime settimane il Sindaco di Morbegno ha promosso e perseguito ogni via necessaria per configurare un contesto coordinato, nell'ambito del quale i vari soggetti interessati alla realizzazione dell'evento "Morbegno in Cantina" potessero svolgere le proprie attività senza sovrapposizioni od ambiti trascurati.

«Come ampiamente anticipato, le Cantine si faranno, con la collaborazione delle associazioni di volontariato operanti sul territorio - ha dichiarato il Sindaco Andrea Ruggeri – la Giunta ha lavorato in considerazione di due punti cardine: autorizzare dei soggetti che potessero garantire standard qualitativi adeguati nella realizzazione di un evento così importante in termini economici e sociali e, sulla traccia del programma elettorale premiato dagli elettori, garantire la trasparenza dei proventi derivanti dalla manifestazione. Spiace pertanto che, a più riprese e senza alcun motivo tangibile se non quello dettato da una distorta e bassa forma di politica, esponenti dell'Amministrazione abbiano corroborato tesi catastrofiste e "preoccupate"».

«Consapevole dell'importanza strategica della manifestazione per tutta la Bassa Valle, ho attuato un'attività di sintesi che, per mezzo di due consorzi, potesse rispondere ai capisaldi che ritengo debbano sostenere l'evento: pulizia nei bilanci, sostegno all'associazionismo, coinvolgimento di più amministrazioni, promozione delle eccellenze enogastronomiche della Valtellina. Senza dimenticare che il Comune garantirà la più alta forma di tutela della sicurezza pubblica. Pertanto ringrazio i due consorzi e le associazioni per la disponibilità e l'interesse dimostrato alla Città di Morbegno nell'organizzare questa manifestazione, in un contesto amministrativo e normativo complesso e in costante evoluzione», ha aggiunto Ruggeri.

«La delicatezza nell'affrontare una tematica sempre più complessa, visto anche l'innalzamento qualitativo generale delle ultime due edizioni della manifestazione, unito al senso di responsabilità che la mia carica comporta, mi ha spinto a non rispondere alle chiacchiere ma a coordinare gli organizzatori per metterli nelle migliori condizioni di operare e rispondere con i fatti. È questo che la mia Amministrazione è abituata a fare», conclude Ruggeri.

Con questa delibera il Comune per la prima volta non assume alcun rischio di impresa ed allo stesso tempo incasserà i proventi derivanti dall'utilizzo delle proprietà comunali interessate dalla manifestazione, secondo i regolamenti e i piani tariffari vigenti.

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento