rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità

Ok all'accordo per la mobilità integrata sul lago: più servizi e aree attrezzate

La Provincia e i Comuni di Malgrate, Perledo e Valmadrera hanno aderito al progetto di rilancio promosso dall'Amministrazione di Lecco. Interventi per 3.513.244 euro, ecco quali

Il 2022 si chiude con una notizia molto positiva per il territorio lecchese: la Regione Lombardia, la Provincia di Lecco e i Comuni di Malgrate, Perledo e Valmadrera hanno aderito all’Accordo di rilancio economico, sociale e territoriale (Arest) per il progetto Mil - Mobilità integrata lacuale, promosso dal Comune di Lecco, ente capofila.

Il progetto, avviato con il Tavolo di progettazione Ricerca e sviluppo del territorio del Seav Lecco (Servizio europeo d’area vasta), ha ottenuto l’ammissione della candidatura, ha superato tutte le fasi del bando Arest ed è giunto ora alla sua promozione. L’Accordo verrà sottoscritto da tutti gli enti entro aprile 2023. Complessivamente il progetto prevede un budget rimodulato di 3.513.244 euro: Regione Lombardia sosterrà spese pari al 50% del costo complessivo. Passerelle a lago, nuovi impianti di illuminazione, pontili, recupero darsene sono solo alcuni degli interventi più interessanti previsti.

Hofmann e Gattinoni: "L'obiettivo? Più attrattività turistica per il ramo lecchese"

"Il Servizio europeo di area vasta ha promosso la concertazione territoriale per la predisposizione del progetto che ha come obiettivo l’incremento dell’attrattività turistica rivierasca del Lario orientale finalizzato all’aumento dell’occupazione, attraverso la nascita o il mantenimento di attività imprenditoriali di settore - commentano con soddisfazione la Presidente della Provincia di Lecco Alessandra Hofmann e il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni - La dimensione strategica economica di questi interventi si fonda sulla loro collocazione geografica, sulla finalità di connettersi con progetti già realizzati e di ‘cucire’ nei punti dove il gap strutturale o di servizi risulta evidente".

Oltre 3 milioni e mezzo di euro per valorizzare le esperienze turistiche tra lago e terra

"È Davvero importante per il nostro territorio considerare le infrastrutture pubbliche quali hub per i flussi di visitatori e i servizi di accoglienza quale premessa fondamentale a supporto di una vocazione turistica moderna e organizzata - aggiungono Hofmann e Gattinoni - Grazie allo sforzo della Regione e alle sinergie con i privati, con la realizzazione di queste nuove opere riusciremo a destagionalizzare i flussi turistici, un fattore fondamentale e determinante per creare sviluppo economico".

In cosa consiste il progetto: interventi, fondi e comuni

Il progetto si propone di attivare condizioni abilitanti per creare un contesto favorevole a supporto dello sviluppo economico; l’idea motrice del lavoro di co-progettazione tra amministrazioni e imprese territoriali si è articolata sulla costruzione di una vision turistica unitaria per promuovere:

  • Il waterfront, in alcuni casi poco conosciuto e per alcune parti di difficile accesso/fruizione
  • Una fruizione dei luoghi che diversifichi l’offerta (sportiva, di prossimità, enogastronomica, culturale).

Di seguito i comuni interessati dall'accordo, gli interventi previsti e i fondi destinati ad essi, per un totale - comde detto - di 3.513.244 euro.

Comune di Lecco. Località Caviate: piattaforma e passerella a lago (1.200.000 euro)

Provincia di Lecco. Villa Monastero a Varenna: recupero darsena e argine sud e riqualificazione servizi di accoglienza (810.000 euro)

Comune di Malgrate. Lungolago, sistema di infomobilità (183.244 euro)

Comune di Perledo. Riva di Gittana: riqualificazione lido e formazione pontile, peduncolo e parcheggio (1.170.000 euro)

Comune di Valmadrera. Località Parè: illuminazione passeggiata a lago, locale guardiania (150.000 euro).

"Si tratta di interventi che si possono considerare sotto una duplice lente - dichiarano infine i promotori del progetto - come rigenerazione urbana, poiché intervengono su aree che necessitano di essere rivisitate in chiave turistica, e come potenziamento dei servizi di base, cosiddetti di 'ultimo miglio' ovvero a completamento di un sistema integrato di mobilità e fruizione turistica". Anche la Camera di Commercio di Como-Lecco parteciperà al progetto con la realizzazione di un monitoraggio dell’impatto degli interventi previsti e la valorizzazione dei dati e delle informazioni raccolti dalla rete degli infopoint provinciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ok all'accordo per la mobilità integrata sul lago: più servizi e aree attrezzate

LeccoToday è in caricamento