rotate-mobile
Attualità Casargo

Nella frazione di Narro e al Cfpa parte la raccolta differenziata dell’umido

A Casargo verrà anche attivata la nuova EcoCasetta in via del Pensionato

Importante novità per la raccolta dei rifiuti a Casargo. A partire dal 25 novembre sarà avviata la raccolta differenziata settimanale dell?umido presso l'Istituto Professionale Alberghiero (Cfpa) e nella frazione di Narro, dove entrerà in funzione anche la nuova EcoCasetta.

"Siamo soddisfatti di introdurre questo servizio che è ormai una prassi consolidata in quasi tutta la Provincia, oltre che sul territorio nazionale - commenta Stefano Arrigoni, consigliere comunale con delega all'ambiente - È una novità significativa per il nostro paese, dove scontiamo sicuramente un ritardo accumulato negli anni ma anche oggettive peculiarità territoriali (comuni anche ad altre realtà Valsassinesi) che comportano difficoltà in più nel gestire il servizio".

Nel dettaglio, i residenti nella località di Narro dovranno utilizzare sacchi biodegradabili per i propri rifiuti organici (scarti alimentari da cucina crudi e cotti, scarti di frutta e verdura, ossi e lische di pesce, bustine di tè e camomilla, fondi di caffè, pasta, pane, gusci d'uova, fiori recisi, stoviglie compostabili, ecc...) conferendoli presso l?EcoCasetta sita in via del Pensionato: Silea ogni venerdì, a partire dal 25 novembre, si occuperà di svuotarla e di raccogliere anche l?umido prodotto dalla scuola alberghiera.

I cittadini interessati da questa novità potranno ritirare gratuitamente pressi gli uffici comunali gli appositi bidoni domestici, insieme ad una prima dotazione dei sacchetti biodegradabili e al dépliant informativo con tutte le indicazioni per la corretta differenziata della frazione organica. Per oggi, sabato 12 novembre, è stata inoltre organizzata una distribuzione straordinaria a Narro (dalle 10.30 alle 12.00 nell?area del parcheggio).

"In futuro questa novità potrà essere ulteriormente estesa e appronteremo soluzioni anche per gli utenti delle seconde case che non possono ritirare inizialmente il kit - continua Monica Adamoli, consigliere comunale - Invitiamo tutta la cittadinanza a prestare maggiore attenzione nella gestione dei rifiuti domestici: migliorare la raccolta differenziata è una sfida comune, nell?interesse di tutti".

"Il nostro obiettivo deve essere quello di riuscire a massimizzare la raccolta differenziata di tutti gli 87 Comuni soci, indipendentemente dalle loro dimensioni o dalle difficoltà logistiche derivanti dalla loro localizzazione montana, pensando alle peculiarità della Valsassina" conclude infine il direttore generale di Silea, Pietro Antonio D?Alema.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella frazione di Narro e al Cfpa parte la raccolta differenziata dell’umido

LeccoToday è in caricamento