menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In meno di un mese abbattuti 66 cinghiali nel Lecchese

I dati diffusi da Regione Lombardia dopo l'attivazione della caccia di selezione. L'assessore Rolfi: «I numeri testimoniano la presenza diffusa di ungulati nei nostri territori, questi animali sono un problema per l'agricoltura e per la sicurezza delle persone»

«Grazie alla caccia di selezione attivata dalla Regione Lombardia, in meno di un mese sono stati abbattuti 477 cinghiali: 272 a Como, 127 a Varese, 66 a Lecco e 12 a Brescia, dove l'attività è iniziata da solo pochi giorni».

I dati sono stati resi noti oggi da Fabio Rolfi, assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, in merito alla caccia in selezione al cinghiale deciso a livello regionale. Significativo il dato del nostro territorio.

Cinghiali, vertice con la Regione. Coldiretti: «La situazione è critica»

«Si tratta di numeri importanti - sottolinea l'assessore - che testimoniano la presenza diffusa di ungulati nella nostra regione e che, ancora una volta, fanno capire le dimensioni della questione. I cinghiali sono un problema per l'agricoltura e per la sicurezza delle persone. Continueremo a dialogare con i territori e con gli altri enti istituzionali, per capire quali possano essere le misure più efficaci e metterle in pratica nel minor tempo possibile. Ringrazio i cacciatori, che stanno svolgendo una attivita' utile a tutta la società - incalza Rolfi - La Regione Lombardia quest'anno ha introdotto anche la pratica del foraggiamento, che si sta rivelando efficace. Per salvaguardare il lavoro dei nostri agricoltori va modificato a livello nazionale il regime de minimis. Gli agricoltori devono essere risarciti integralmente per i danni subiti dalla fauna selvatica e non solo per il 30 per cento. La Regione prosegue nella propria azione di contrasto alla fauna selvatica, che, dalla pianura alla montagna, sta creando danni enormi - conclude l'assessore regionale - L'alleanza tra agricoltori e cacciatori è il primo passo per arginare il problema».

Caccia ai cinghiali con arco e frecce: «È uno strumento ecologico»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento