Attualità Mandello del Lario

"Palla di fuoco" nei cieli sopra Mandello: era un detrito spaziale

L'indagine dell'Osservatorio astronomico di Sormano individua una probabile spiegazione allo scatto di Andrea Zucchi: i resti di un cargo diretto alla stazione internazionale

Aveva fatto parlare tantissimo, la scorsa settimana, la "palla di fuoco" avvistata e fotografata da un mandellese in orario serale nei cieli sopra Civenna.

Tutti, compreso lo stesso autore, Andrea Zucchi, si erano domandati cosa potesse essere. Da noi interpellato, il collega e astrofilo Loris Lazzati, del Planetario di Lecco, aveva ipotizzato - con grossi interrogativi su dimensioni e traiettoria - un bolide, lasciando aperta la porta all'ipotesi "detrito spaziale".

Splendida foto di un mandellese immortala una palla di fuoco nel cielo

Nei giorni scorsi è giunta una risposta in tal senso dall'Osservatorio astronomico di Sormano, che dopo avere appreso la notizia ha esaminato gli scatti originali di Zucchi, incrociandoli con i dati in proprio possesso.

Ebbene, l'indagine compiuta da un membro dell'Osservatorio - consultando il database del Norad, ente di difesa americano per il monitoraggio delle orbite dei satelliti - ha stabilito che la data del 27 luglio, e quell'orario serale, possano essere estremamente compatibili con un detrito del cargo "Progress MS15" equipaggiato con rifornimenti destinati alla stazione spaziale Iss, partito il 23 luglio e caduto verso la Terra proprio il 27 luglio. È questa, dunque, la spiegazione più probabile per quell'oggetto luminoso immortalato nelle fotografie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Palla di fuoco" nei cieli sopra Mandello: era un detrito spaziale

LeccoToday è in caricamento