Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Casargo

L'istituto alberghiero di Casargo come una bolla anticovid: gli alunni potranno trasferirsi a scuola per tre settimane

Al Cfpa un "convitto continuativo" per garantire lezioni in presenza: tampone rapido in entrata, immersione nelle attività formative e niente contatti con l'esterno se non per urgenze

«Il Cfpa di Casargo è la prima scuola in Italia a sperimentare l’idea di “Convitto continuativo”: dal 30 novembre al 19 dicembre infatti sarà possibile per i ragazzi che aderiranno al progetto trascorrere tre settimane intere all’interno della scuola. L’adesione è volontaria e chi non parteciperà potrà seguire le lezioni da casa in modalità “a distanza”». La notizia è stata resa nota dalla dirigenza dell'istituto alberghiero valsassinese che propone ora questo nuovo modo di fare scuola ai tempi del covid, con tanto di tamponi all'ingresso per queste tre settimane di lezioni in presenza in una sorta di bolla.

«In questo modo, evitando che i ragazzi prendano i mezzi pubblici e dando loro la possibilità di esercitarsi nella pratica durante il weekend, il Cfpa si pone l’obiettivo di garantire una migliore e più protetta formazione agli allievi, andando a intensificare lo svolgimento delle attività pratiche in presenza, essenziali nell’indirizzo scolastico del Cfpa». 

Come funzionerà il servizio

Lunedì 30 novembre dalle ore 9 verrà effettuato il tampone rapido in ingresso agli studenti e al personale per accertare la negatività al Covid-19. Da quel momento, la scuola resterà chiusa alle famiglie, che non potranno accedere alla struttura del Cfpa se non per urgenze improcrastinabili in accordo con la direzione. Verrà messo a disposizione un servizio di lavanderia tramite azienda esterna specializzata, prenotabile in segreteria dai singoli allievi. Importante sottolineare che all’interno del Cfpa resteranno in vigore per tutti i protocolli Covid: la mascherina rimarrà obbligatoria in tutte le aree e in tutti i momenti della giornata e la temperatura sarà monitorata durante la giornata in concomitanza con i pasti.

Da Rai Uno al Cfpa di Casargo: la chef Cinzia Fumagalli nel team della scuola per gestire gli eventi

Per quanto riguarda lo svolgimento delle lezioni, quelle teoriche (area culturale) e pratiche (laboratori) si svolgeranno nei giorni feriali dal lunedì al sabato con orario settimanale. Nello specifico, le lezioni dell’area culturale e teoriche dell’area tecnico professionale saranno disponibili anche in modalità “a distanza” su Meet, mentre le lezioni di laboratorio saranno fruibili attraverso una finestra quotidiana di “diretta” sul canale Youtube del Centro di formazione professionale alberghiero. I giorni festivi prevederanno una turnazione dei ragazzi in attività di preparazione e servizio dei pasti, doposcuola e ludico-ricreative, sempre con l’assistenza di docenti, educatori e personale del Cfpa.

Cimino e Galbiati: «Una metodologia che potrebbe essere applicata anche in futuro, a prescindere dall'emergenza»

«L’idea è nata da Marco Galbiati, Presidente del Cfpa, che subito dopo la pausa estiva ha esposto questa progettualità che ora si sta finalmente concretizzando - commenta Marco Cimino, Direttore della scuola alberghiera valsassinese - Pensiamo che questa metodologia didattica possa essere applicata in futuro, a prescindere dall’emergenza Covid. Questo perchè gli alunni si troveranno in una situazione molto simile a quella lavorativa che andranno ad affrontare una volta terminati gli studi. Crediamo fortemente che la formazione debba essere in presenza per assicurare un apprendimento completo delle competenze tecnico professionali, culturali e anche sociali e trasversali. Ci tengo anche a ringraziare tutto il personale che ha dato piena disponibilità».

«Il progetto che stiamo per avviare sicuramente è reso possibile anche grazie al convitto, da sempre considerato un plus della nostra scuola - aggiunge Marco Galbiati, Presidente del Cfpa - In questi mesi abbiamo pensato e valutato come poterci adattare al meglio alla situazione che stiamo vivendo. Sfruttare l’immensa opportunità che offre il convitto è stata, ad oggi, la scelta più logica. Confidiamo nella buona riuscita di questo esperimento con la speranza che possa essere adottato anche in futuro».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'istituto alberghiero di Casargo come una bolla anticovid: gli alunni potranno trasferirsi a scuola per tre settimane

LeccoToday è in caricamento