rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Attualità Pescate

Il sindaco che reclama i battelli : "Il nostro non è un lago di serie B"

De Capitani: "Ho scritto alla Navigazione. Se non mi rispondono mi presenterò nella loro direzione di Como con la fascia tricolore. E non me ne andrò finché non avrò riscontri e buone prospettive"

"Il lago di Garlate non è grande e profondo come il lago di Como, e nemmeno così famoso, anche se sulle sue sponde è ambientato il celeberrimo romanzo di Alessandro Manzoni. Ma non è figlio di un dio minore e come ho scritto ieri alla Navigazione del Lario merita rispetto".

Dante De Capitani, sindaco di Pescate, spiega così la sua protesta contro la mancanza di battelli e traghetti nella zona di lago appena a sud di Lecco dove si affaccia il suo paese e quello amministrato dal collega Beppe Conti, Garlate, da cui prende nome di lago. De Capitani annuncia anche una clamorosa iniziativa nel caso in cui non dovesse avere risposte concrete all'appello che aveva già lanciato la scorsa estate: si presenterà infatti nella sede dell'ente Navigazione Lago di Como e non se andrà finché non avrà ottenuto risposte concrete.

La proposta di battelli più piccoli e green

"È dal mese di giugno del 2022 che io e il sindaco di Garlate siamo in attesa di un riscontro alla nostra richiesta di rendere navigabile con i pubblici battelli il nostro lago, ma ancora non abbiamo ottenuto nessuna risposta - dichiara inoltre De Capitani -  Proprio mentre si incrementa, e giustamente, il numero di battelli sul ramo di Lecco, il lago di Garlate non ha ancora una tratta di collegamento pubblica e questo non è ammissibile. Sappiamo che i normali battelli non hanno le caratteristiche tecniche per solcare il nostro lago, ma esistono anche battelli più piccoli, o addirittura elettrici che potrebbero fare al caso nostro e garantire una mobilità sostenibile".

"Non sono abituato a farmi ignorare"

Da qui la protesta, illustrata dallo stesso De Capitani: "Siccome non sono abituato a farmi ignorare, dico subito alla Navigazione che o mi danno riscontro alla lettera entro 15 giorni, oppure mi presenterò presso la loro direzione di Como giovedì 20 aprile con la fascia tricolore. E non me ne andrò finché non avrò riscontri e buone prospettive per la navigazione del nostro lago".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco che reclama i battelli : "Il nostro non è un lago di serie B"

LeccoToday è in caricamento