Coronavirus, il punto: sette nuovi tamponi positivi nel Lecchese

Prosegue il trend, ormai consolidato da settimane, sul territorio regionale: significativo calo dei contagiati attivi e dei ricoverati non in terapia intensiva

Il riepilogo generale dei dati di oggi, domenica 31 maggio

Sette tamponi positivi al Coronavirus: è quanto emerso dai risultati dei tamponi effettuati fra sabato e domenica nel territorio lecchese. Il totale sale dunque a quota 2.743 dall'inizio dell'emergenza.

Coronavirus, «in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire». Il Pirellone: «Non è vero». Partono le denunce

A livello lombardo scende ancora il numero degli attualmente positivi (-813), con 210 nuovi casi pari all'1,7% dei tamponi giornalieri effettuati. Significativo calo dei ricoverati nei reparti non di terapia intensiva. Le morti certificate, oggi, sono state 33.

I dati dei contagi odierni

- i tamponi effettuati: 12.427
totale complessivo: 753.874

- attualmente positivi: 20.996 (-813)

- totale complessivo dei positivi riscontrati in Lombardia dall'inizio della pandemia a oggi: 88.968

- i nuovi casi positivi: 210 (1,7% rapporto con i tamponi giornalieri)

- i guariti/dimessi: 990
totale complessivo: 51.860

- in terapia intensiva: 170 (-2)

- i ricoverati non in terapia intensiva: 3.131 (-176)

- i decessi: 33
totale complessivo: 16.112.

Coronavirus: ballabiese sanifica sei mezzi del Comune a titolo volontario

dati-per-provincia-31-maggio-2

I casi per provincia

Milano: 23.076 (+32) di cui a Milano città 9.788 (+13)

Bergamo: 13.366 (+43)

Brescia: 14.768 (+44)

Como: 3.853 (+13)

Cremona: 6.459 (+11)

Lecco: 2.743 (+7)

Lodi: 3.474 (+6)

Mantova: 3.357 (+12)

Monza: 5.518 (+4)

Pavia: 5.338 (+10)

Sondrio: 1.463 (+3)

Varese: 3.619 (+25)

e 1.934 in corso di verifica.

Fase 2, De Corato: «Controlli anche nei locali afro-asiatici»

«Mentre in Lombardia molte amministrazioni comunali sanzionano i locali della "movida" per gli assembramenti che si creano al loro esterno, sono molte meno quelle che controllano e multano i punti vendita afro-asiatici presenti soprattutto nelle periferie. Al di fuori di questi negozi si creano pericolose situazioni di degrado, dovute alla vendita di bottiglie di alcolici, con persone anche ubriache che consumano».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo dichiara, senza risparmiare la provocazione, l'assessore regionale alla Sicurezza, all'Immigrazione e alla Polizia locale, Riccardo De Corato. «Perché i sindaci non mandano i vigili anche in questi locali etnici - chiede l'assessore De Corato - a controllare che venga rispettate le regole così come fanno nei locali affollati della movida?»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Margno, tragedia famigliare: padre uccide i giovani figli e poi si toglie la vita

  • «Con i miei ragazzi, sempre insieme»: l'ultimo post su Instagram dà vita all'ondata d'insulti sui social di Mario Bressi

  • Abbadia: violento scontro all'incrocio tra auto e moto, centauro in ospedale

  • Tragedia di Margno, proseguono le indagini: rinvenuti due cellulari. Oggi le autopsie

  • Tutti pazzi per le pozze, a Calolzio il sindaco in versione vigile per aiutare a snellire il traffico

  • Modifiche alla viabilità: la panoramica degli interventi in città

Torna su
LeccoToday è in caricamento