«Ditemi chi vive con gli organi di Riccardo, li devo ringraziare»

Marco Galbiati, papà del giovanissimo morto per un malore fatale, fa un appello su RAI 1

Marco Galbiati (foto FB di @lavitaindiretta)

«Il mio obiettivo è quello di trovare queste persone e dirgli un grande "Grazie". Non sono loro che devono ringraziare me, ma sono io che devo ringraziare loro, perché hanno dentro un po' di Riccardo. A me piacerebbe ringraziarli e raccontargli chi era Riccardo». Così, Marco Galbiati ha concluso la partecipazione a "La vita in diretta" di RAI 1, dove, con Cristina Parodi, ha ripercorso gli ultimi, difficili, mesi, dal 30 dicembre 2016, quando il figlio si accasciò a terra, mentre sciava, colpito da un improvviso malore, ad oggi, con i progetti che promuove in suo nome e ricordo.

Un appello che riprende quello lanciato - ad inizio maggio - sul profilo Facebook personale. "Ciao a tutti mi permetto di usare i social e vi chiedo di condividere questa notizia per sperare di raggiungere quelle persone che hanno ricevuto una parte di Riki. Forse non tutti sanno ma Riccarco come ultimo suo gesto ha voluto donare gli organi salvano 3 vite. Ha donato i reni, il fegato e le cornee. Il 2 gennaio 2017, ospedale di Bergamo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco il video

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento