Incendio di Varenna, parla l'autista Mauro Mascetti: «La priorità era salvare la vita dei ragazzi. Non sono un eroe»

L'uomo, dipendente del Comitato Cri di Como, ha permesso che non si verificassero conseguenze peggiori. Il mezzo era stato revisionato a giugno

È stato soprattutto alla prontezza di Mauro Mascetti se l'incendio che ha distrutto un pullman nella mattinata di martedì 13 non ha avuto un esito tragico. L'uomo, che era alla guida del mezzo, l'ha infatti fermato nel bel mezzo della galleria Fiumalette, nel territorio comunale di Varenna e sulla Strada Statale 36, permettendo ai 24 ragazzi che vi viaggiavano sopra di potervi scendere senza accusare gravi problemi. Sette di loro sono stati trasferiti all'ospedale "Manzoni" di Lecco a causa del fumo inalato, ma le loro condizioni non preoccupano.

VIDEO | Paura sulla Statale 36: pullman di ragazzini va a fuoco, vari i ricoverati. Decisivo l'autista

«Salvare la vita dei ragazzi era la priorità»

Invitato da Regione Lombardia a presenziare in Consiglio, l'autista, dipendente del Comitato della Croce Rossa Italiana di Como, ha spiegato di non sentirsi «un eroe» ai colleghi di QuiComo.it, inoltre ha spiegato cosa sia successo in quegli attimi concitati: «Una volta compreso quanto fosse accaduto non ho esitato nel mettere al riparo i passeggeri, facendoli scendere dal mezzo e disponendo che venissero portati al riparo dal coordinatore dell'oratorio». I giovani, infatti, erano in viaggio dall'oratorio di Lipomo (Como) verso Livigno, dove ad attenderli c'era l'inizio di un campo estivo.

Mauro Mascetti-3

«Messi in salvo i ragazzi ho prontamente espletato ogni azione atta allo spegnimento dell'incendio senza esito positivo. La priorità era salvare le vite dei ragazzi». «Ha saputo gestire l'accaduto con tempestività e bravura agendo anzitutto come soccorritore»: così il commissario del comitato Cri di Como, Paolo Russo, ha espresso parole di encomio nei confronti di Mascetti.

Mezzo revisionato a giugno

La Croce rossa ha inoltre spiegato, nel dettaglio, cosa sia successo: l'autista, accortosi dell'esplosione di una gomma, ha notato che il veicolo aveva preso fuoco e l'incendio rapidamente si stava propagando. Prontamente i ragazzi, tutti minori, sono stati fatti scendere e instradati nel corridoio di sicurezza della galleria. Come aggiunto da fonti della Polizia di Stato, successivamente i ragazzi sono stati accompagnati presso la Sottosezione Polizia Stradale di Bellano con l’utilizzo dei veicoli di servizio della Polizia Stradale, dove sono tranquillizzati e rifocillati dal personale del Reparto in attesa dell’arrivo di due pullman della Croce Rossa Italiana.

Dopo il breve soggiorno presso la caserma la comitiva ha potuto riprendere il viaggio, accompagnati questa volta dallo sguardo vigile dei poliziotti. Sul posto, come riferito in precedenza, erano intervenute cinque squadre dei Vigili del Fuoco che hanno domato e spento l'incendio oltre ai mezzi del 118, tra cui un elicottero.

Il mezzo era stato revisionato lo scorso 9 giugno 2021 dalla Motorizzazione Civile di Como e il servizio rientrava tra quelli in essere tra associazioni, in particolare con l'Oratorio della Parrocchia di Lipomo, a titolo di mutuo aiuto.

Mauro mascetti 2-2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Incendio di Varenna, parla l'autista Mauro Mascetti: «La priorità era salvare la vita dei ragazzi. Non sono un eroe»

LeccoToday è in caricamento