rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Stato dell'aria lecchese: con il caldo intenso preoccupano i livelli di ozono

L'inizio di luglio ha segnato un peggioramento della situazione per quanto riguarda l'O3: i rilevamenti di Arpa Lombardia per la media giornaliera sono da bollino rosso

Inquinamento a Lecco: le polveri sottili spariscono, ma i livelli di ozono nell'atmosfera si fanno più preoccupanti.

L'inizio di luglio ha segnato un peggioramento della situazione per quanto riguarda l'O3, anche in virtù dell'aumento sensibile delle temperature e per il gran caldo che quest'estate sta proponendo. Negli ultimi giorni, dal 4 al 12 luglio, sette volte su nove il valore registrato da Arpa Lombardia per quanto riguarda la massima media mobile sulle 8 ore è sopra quello obiettivo, fissato in 120 microgrammi al metro cubo. Bollino "rosso" lunedì 4 (123 µg/m³), mercoledì 6 (133 µg/m³), giovedì 7 (123 µg/m³), venerdì 8 (124 µg/m³), sabato 9 (121 µg/m³), lunedì 11 (128 µg/m³) e martedì 12 (127 µg/m³).

ozono Lecco luglio 2022-2

Meno allarmante, al momento, la situazione del picco massimo giornaliero di O3, solo bollino "giallo" secondo Arpa. Il dato più alto lunedì 11 luglio con 141 microgrammi al metro cubo.

Polveri sottili azzerate

Sono invece nella norma, a luglio, i valori di Pm10 e Pm2.5: come da previsione, le polveri sottili non costituiscono un problema durante la bella stagione, complice la riduzione delle immissioni fornite dagli impianti di riscaldamento. I valori di smog nell'aria sono pressoché azzerati. Non costituiscono un problema (storicamente) Biossido di zolfo e Biossido di azoto, altri agenti inquinanti conseiderati da Arpa nel suo costante monitoraggio.

Allerta anche a Merate

Situazione non certo meno preoccupante in Brianza. A Merate i valori di Ozono in questo luglio sono costantemente da bollino giallo per il massimo giornaliero e oscillano da 122 µg/m³ a 159 µg/m³ (la soglia di informazione è fissata a 180, quella di allarme a 240 µg/m³). Come per Lecco, da tenere sott'occhio la massima media giornaliera: otto giorni degli ultimi nove analizzati fanno segnare un risultato sopra il valore obiettivo di 120 µg/m³, il più alto datato 6 luglio con 143 microgrammi al metro cubo.

ozono Merate luglio 2022-2

Cos'è l'Ozono (O3)

(da Arpa)

L'ozono è un gas dotato di un elevato potere ossidante, di colore azzurro e dall'odore pungente. 
Si forma in atmosfera per effetto di reazioni favorite dalla radiazione solare, in presenza dei cosiddetti inquinanti precursori, soprattutto ossidi di azoto (NOx) e Sostanze Organiche Volatili (COV) che portano alla formazione di molecole costituite da tre atomi di ossigeno (O3).

La sua presenza al livello del suolo dipende fortemente dalle condizioni meteoclimatiche e pertanto è variabile sia nel corso della giornata che delle stagioni. Le concentrazioni di Ozono nei bassi strati dell'atmosfera sono di norma relativamente basse e tali da non creare problemi alla salute delle persone.

In alcune occasioni si hanno invece dei fenomeni che portano alla formazione del cosiddetto smog fotochimico, costituito da una miscela di più sostanze in cui l'Ozono è una delle più importanti.
Questi fenomeni si manifestano generalmente su aree geografiche ampie in periodi di forte irraggiamento solare e bassa umidità, prevalentemente in ore pomeridiane. Le concentrazioni di Ozono più elevate si registrano normalmente nelle zone distanti dai centri abitati ove minore è la presenza di sostanze inquinanti con le quali, a causa del suo elevato potere ossidante, può reagire.

In ambienti interni la concentrazione di ozono è notevolmente inferiore per questa sua elevata reattività che ne consente la rapida distruzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stato dell'aria lecchese: con il caldo intenso preoccupano i livelli di ozono

LeccoToday è in caricamento