City Angels, la Polizia pone un freno: "Prevenzione e repressione non spettano a loro"

Il sindacato di Polizia pone alcuni accenti sull'attività svolta dalla sezione lecchese dell'associazione di vigilanti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Questa Organizzazione Sindacale COiSP di Lecco in queste ultime settimane ha avuto modo di leggere alcune dichiarazioni dell'associazione di volontariato denominata "City Angels di Lecco".

Il referente dell' associazione, in alcune circostanze e durante interviste a organi di stampa ha dichiarato che dal tardo pomeriggio vengono effettuate delle "squadre appiedate" finalizzate alla deterrenza dei furti. Ciò premesso, questa Organizzazione Sindacale ritiene che i "City Agenls di Lecco" espletino un'attività di volontariato encomiabile, sopratutto perché è rivolta a tutte quelle persone, povere e nullatenenti, che sempre più vengono emarginate da questa società. A loro va la nostra più sentita stima per l'opera caritatevole che svolgono.

Tuttavia, allorquando si parla di "sicurezza e di furti " ci sentiamo in dovere di fornire al cittadino la nostra opinione che viene espressa in modo diretto e nel rispetto dei ruoli, ovvero: la prevenzione e la repressione dei reati in genere è prerogativa esclusiva degli uomini e donne della Polizia di Stato di Lecco e/o delle altre forze di Polizia (Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale).

In caso di necessità e urgenza il cittadino non deve avere alcun intermediatore e deve rapportarsi, attraverso il numero 112 N.U.E. (Numero Unico di Emergenza) esclusivamente con l'operatore della Polizia di Stato e/o delle altre forze di Polizia.

In questo periodo di festività la Polizia di Stato di Lecco, nonostante la ormai conclamata criticità per carenza di personale, garantisce per tutto l'arco della giornata equipaggi che effettuano, tra le altre funzioni, anche prevenzione dei furti e delle rapine.

Abbiamo deciso di fornire questa precisazione in quanto riteniamo che in questo momento storico, dove i cittadini chiedono sempre più "sicurezza", questa non deve essere demandata a terzi, che seppur con nobili motivazioni, non posseggono né una preparazione, né un adeguato equipaggiamento in caso si trovassero, anche involontariamente, a fronteggiare malintenzionati.

Torna su
LeccoToday è in caricamento