rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023

In Comune si parla di sicurezza, fuori ci si picchia: ennesima rissa in centro

Amaro il consigliere Filippo Boscagli: “Un declino inesorabile e inaccettabile”

Quattro giorni scarsi. Tanto è passato tra la penultima e l'ultima rissa in centro Lecco. Una situazione che ciclicamente, tra estate e periodo a ridotto delle Festività, esplode in tutta la sua forza. È stata, per l'ennesima volta, la zona antistante il Comune ad aver preso improvvisamente e violentemente vita: e proprio all'interno di Palazzo Bovara è in corso la seduta del Consiglio comunale all'interno della quale si chiede più sicurezza per la città.

In Consiglio si chiede sicurezza, fuori si picchiano

“Una nuova scia di sangue nel vero senso del termine - analizza Filippo Boscagli, capogruppo di Lecco Ideale -. Con l'assoluto paradosso di una rissa a cento metri dal Comune in cui in diretta si tentava di chiedere conto della sicurezza in città. Ecco il risultato dell'ennesima rissa in pieno centro - all'altezza del negozio di telefonia sito in via Cavour - ed in orario, le 18.30, in cui la città è piena e si muove al rientro da Milano o in uscita da uffici e negozi. Un declino inesorabile e inaccettabile a cui si deve dare immediata soluzione”.

Secondo fonti Areu - Agenzia regionale emergenza urgenza non si registrerebbe l'intervento del personale di soccorso in quella zona, con i contendenti, già noti per avvenimenti della medesima gravità in quella zona, che se si sarebbero dileguati. Una sorta di terra dei fuochi gestita a colpi di arma bianca, nata dall'altra parte della strada rispetto alla casa che rappresenta tutti gli abitanti di Lecco, con i controlli che non fanno da deterrente.

Sullo stesso argomento

Video popolari

In Comune si parla di sicurezza, fuori ci si picchia: ennesima rissa in centro

LeccoToday è in caricamento