Elezioni 2020, irrompe Confcommercio Lecco: «Brivio, hai "velinato" le nostre richieste a Gattinoni?»

Alberto Riva, direttore dell'associazione di categoria, in una lettera aperta: «Stiamo aspettando ancora delle risposte»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Ho letto l'articolo di Mauro Gattinoni, pubblicato sul quotidiano La Provincia di Lecco di sabato 9 maggio u.s., relativo alle sue proposte per Lecco attinenti la Fase 2.

In un primo momento sono rimasto sorpreso perché le proposte elencate da Gattinoni sono alcune delle richieste che, insieme ad altre, Confcommercio Lecco ha inviato al Sindaco di Lecco

Lunedì 27 Aprile 2020, tramite Pec, e di cui stiamo aspettando ancora risposta.

Le richieste avanzate da Confcommercio al Comune di Lecco, non sono particolarmente innovative, ma sono concrete e di buon senso.

Sono l'esatto contrario rispetto a quelle dichiarazioni che, a tutti i livelli della politica, promettono aiuti, supporto e sostegno alle attività e commerciali e turistiche e che, per ora, si caratterizzano "in un nulla di fatto".

Certamente non c'è il copyright sulle richieste che l'associazione avanza alle amministrazioni comunali del territorio lecchese, in questo periodo di gravissima emergenza economica e sociale conseguente a quella sanitaria.

Ma è altrettanto vero che, ad eccezione di uno solo, nessuno dei candidati sindaci ha chiesto, ad oggi, all'associazione che dirigo un incontro per conoscere da un lato, le esigenze contingenti delle imprese sull'attuale stato di emergenza e, dall'altro, per confrontarsi sui necessari interventi strategici a lungo termine per consolidare, ad esempio, una crescita del territorio in chiave turistica, e come naturale conseguenza, un rafforzamento dell'offerta commerciale di Lecco e del suo territorio.

Ma torniamo all'articolo pubblicato.

Dopo la lettura, dicevo, la sorpresa è scomparsa ed è stata sostituita dal seguente dubbio: Virginio Brivio ha "velinato" le proposte che Confcommercio Lecco ha avanzato all'amministrazione comunale inerenti alla famigerata Fase 2 al candidato del Pd Gattinoni, sostenuto dallo stesso Brivio?

Conoscendo Virginio e la sua onestà, la risposta che mi sono subito dato è stata negativa. Ma per scacciare definitivamente il dubbio, ho deciso di chiederglielo pubblicamente.

Se fosse vero che l'attuale Sindaco di Lecco abbia " velinato" Gattinoni, Virginio Brivio pregiudicherebbe, inibirebbe una delle funzioni principali delle associazioni di categoria: quella di confrontarsi quotidianamente con gli enti pubblici locali per sollecitare, proporre, trovare soluzioni

che possono agevolare le attività delle imprese che operano sul territorio.

Con quale tranquillità, trasparenza, partecipazione, spirito costruttivo Confcommercio Lecco potrà confrontarsi con il Comune di Lecco, in questi ultimi mesi che ci separano dalle elezioni comunali, senza aver il timore che ogni sollecitazione, ogni suggerimento possa essere strumentalizzato ed usato a favore di uno e dell'altro candidato?

In attesa di una celere risposta che dissolva questo mio dubbio, rimango inoltre in attesa delle risposte a tutte le nostre richieste avanzate.

Risposte che devono essere date a Confcommercio Lecco, non ad altri.

Alberto Riva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento