Varenna, le preoccupazioni di Ferrara: «Mettere mano alle imposte locali. Villa Cipressi, "buco" da trecentomila euro»

Il capogruppo di Uniti per Varenna rompe il silenzio autoimposto durante l'emergenza Covid-19

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Come comunicato nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale, in tempi di Covid-19 il Gruppo Consiliare Uniti per Varenna ha scelto di mantenere toni sobri e sospendere la normale e sana dialettica maggioranza/minoranza che arricchisce il sano Amministrare: altre erano le priorità, in un momento così doloroso, spaesante e spaventoso per il Paese. In tali momenti, la priorità non sono - per sintesi - le "beghe nostrane" . Detto ciò, non è mancato il nostro sguardo su cosa succedeva in paese ed in municipio: questo, per chiarezza. Ora, le acque sembrano essersi per il momento calmate e speriamo in una ripresa della vita sociale, con tutte le cautele e protezioni del caso. 

Come già proposto da tempo, il gruppo sollecita l'amministrazione comunale a metter mano alle imposte locali. Se nelle passate settimane avevamo proposto di sospendere l'imposta di soggiorno per evidenti ragioni (proposta che ribadiamo) ora sollecitiamo un posticipo della scadenza della prima rata IMU ed un ragionamento più complessivo sulla imposizione locale che vada incontro alle fatiche economiche di tanti nostri operatori, grandi e piccoli in modo ovviamente proporzionato e dei nostri concittadini. Come ribadito poi da 4 anni in qua, sollecitatiamo la sterilizzazione dell'aliquota comunale IRPEF sulle buste paga dei lavoratori dipendenti: un balzello totalmente inutile per le casse comunali e che, in tempi di magra, farebbe più comodo nelle tasche dei varennesi. In passato si è fatto spallucce, vediamo ora. Sollecitiamo, come già presente a suo tempo nel nostro programma elettorale, l'impiego di risorse pubbliche per interventi di domotica a vantaggio dei nostri nuclei/concittadini più anziani per rendere la vita nelle loro case, più sostenibile e sicura: in questa fase di Covid, non sarebbe stato già utile aver fatto ciò? 

Da ultimo, il Gruppo Uniti per Varenna è estremamente preoccupato per un possibile "buco di bilancio" di 300.000 euro per la situazione legata al compendio di Villa Cipressi, in conseguenza della pandemia. Il canone annuale verrà saldato oppure vi saranno ricadute pesanti per le casse comunali? A tal proposito, si è depositata una richiesta di accesso agli atti per capire approfonditamente quel che a riguardo "bollirebbe (silenziosamente) in pentola".

Paolo Ferrara
Capogruppo Uniti per Varenna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento