rotate-mobile
Attualità Morterone

Morterone, il piccolo comune dal grande cuore

L'arrivo nel paese della Valsassina (tra i più piccoli d'Italia) degli ambasciatori di Telethon è stato ancora una volta un successo. Il ricavato andrà a sostegno della ricerca

Gli Ambasciatori di Telethon, organizzati dalla Polisportiva Monte Marenzo, ancora una volta sono stati accolti festosamente dalla comunità di Morterone, una delle più piccole d'Italia. A riceverli Antonella Invernizzi, da anni promotrice dell’evento, che in collaborazione con la parrocchia del piccolo comune ha promosso cene speciali per sostenere la ricerca e la cura delle malattie genetiche rare.

Domenica 4 dicembre, nonostante la pioggia, gli Ambasciatori Enrico Redaelli, Dario Colombo e Alberto Losa sono partiti alle ore 6.30 da Monte Marenzo alla volta di Morterone, naturalmente a piedi. Il percorso si è snodato lungo le seguenti località: Monte Marenzo, San Gottardo via Brione, Sopracornola, Carenno, Chiesa dei Morti, Pertusino, La Dorsale Orobica Lecchese verso la passata, passo della Porta, Rifugio Resegone, Forbesette.

Don Benvenuto Riva e Antonella Invernizzi.

Enrico, Dario e Alberto più forti della pioggia

Gli Ambasciatori Telethon sono arrivati alla trattoria dei Cacciatori a Morterone alle ore 12.25, ben bagnati e puntuali per il pranzo. Molto significative le parole di don Benvenuto Riva, parroco di Morterone e Ballabio, intervenuto al pranzo di Telethon, quando nella benedizione ha affermato: "Ciò che fate voi volontari e sostenitori di Telethon nell’aiutare i bambini colpiti da gravi patologie, è la dimostrazione di come si possa applicare il Vangelo secondo la volontà di nostro Signore venendo incontro ai bisognosi del prossimo. Quindi non posso dire a voi molto di più se non di continuare quest’opera con la benedizione di Dio".

Un momento della festa alla Trattoria dei Cacciatori.

Gerolamo Fontana, coordinatore di Telethon Lecco insieme a Renato Milani, ha quindi salutato i presenti e sottolineato come una delle medicine più potenti sia l’amicizia. Sempre Gerolamo e Angelo Fontana della Polispotriva, Mauro Tagliaferri, coordinatore dell'iniziativa degli Ambasciatori a Morterone, hanno ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita sia della cena benefica, a base di agnello offerto dall’azienda Galbusera presso la trattoria dei Cacciatori, sia dell'intera manifestazione.

"Un grazie a tutte le persone di Monte Marenzo che sono salite a Morterone a pranzo e che hanno acquistato i panettoni e i biglietti della sottoscrizione. Da segnalare la presenza di Franco Panzeri che ieri ha compiuto gli anni, tra l’altro vincitore del salame della sottoscrizione a premi offerto dai F.lli Riva. Un grazie anche al presidente Lecco Latte Gianbattista Spandri di Ballabio".

Al termine, la signora Antonella Invernizzi ha consegnato a Gerolamo e Angelo Fontana, responsabili della raccolta fondi per Telethon, l’assegno di 1.302 euro. "Morterone il piccolo comune dal grande cuore ha battuto ancora forte per la solidarietà" - ha concluso Angelo Fontana a nome della Polisportiva di Monte Marenzo che ha sostenuto la "maratona" benefica.

Il nuovo originale concorso Telethon: indovina il numero di fagioli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morterone, il piccolo comune dal grande cuore

LeccoToday è in caricamento