Cronaca Strada Provinciale 51

Ubriaco alla guida, aggredisce e picchia i poliziotti dopo il test alcolemico: arrestato

M.F., italiano classe 1985, ha mantenuto un atteggiamento altamente aggressivo anche una volta che è stato trasferito presso le camere della Questura

Nella nottata odierna il personale della Polizia di Stato, facente parte della Sezione Polizia Stradale di Lecco e della Squadra Volanti della Questura, hanno proceduto ad arrestare M.F., 33enne italiano, per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali, minacce gravi, danneggiamento aggravato e guida in stato d’ebbrezza alcolica.

Crea scompiglio alla Caritas e, fermato, in Questura: uomo finisce in carcere 

Fermato sulla Provinciale 51

In particolare, intorno alle due di notte, in località Barzanò lungo la Strda Provinciale numero 51, una pattuglia della Polizia Stradale di Lecco ha fermato un’autovettura per un normale controllo. Il conducente, sottoposto al controllo del tasso alcolemico tramite il precursore, è stato trovato con un contenuto elevato di sostanze alcoliche nel corpo. Vista la situazione, il conducente è stato informato dai poliziotti che non avrebbe potuto guidare la sua autovettura e che, se avesse voluto, avrebbe potuto chiamare un familiare o una persona di fiducia per recuperare l’autovettura e per fare rientro presso la propria abitazione. Dopo alcuni minuti sul posto è giunto il padre del conducente.

Dà di matto sul treno e minaccia gli agenti della Polfer con una bottiglia: giovane arrestato 

Calma apparente: arriva il padre e si scatena la furia

Il soggetto fermato, che fino a quel momento, nonostante il suo stato di ebbrezza, era stato collaborativo, ha iniziato ad agitarsi poiché il padre gli ha contestato i precedenti episodi in cui il figlio si era trovato in situazioni simili per colpa dell’abuso di alcol. Improvvisamente e senza motivo il ragazzo, che solo pochi istanti prima si trovava seduto sulla propria autovettura con la portiera aperta, si è avvicinato a un agente e gli ha sferrato un violento pugno al volto facendolo cadere a terra. L’altro agente della pattuglia, dopo aver soccorso il collega, ha affrontato il soggetto che, in forte stato di agitazione, ha cominciato a minacciare e insultare i poliziotti, scagliandosi contro l’autovettura di servizio, danneggiando uno specchietto retrovisore e due portiere, che l’uomo ha colpito con violenti calci. Nel frangente, il poliziotto è intervenuto per bloccarlo, ma il soggetto è comunque riuscito a sferrargli un pugno al volto.

Aggressione al capotreno della Milano-Lecco, De Corato: «Servono i militari sui convogli»

L'intervento della Volante

I due agenti, nonostante le ferite, hanno affrontato il soggetto, che non ha comunque accennato a calmarsi. Ne è nata così una colluttazione, che ha fatto cadere a terra i tre. Nel frattempo, sono intervenute sul posto, in ausilio, alcune pattuglie della Squadra Volanti; l’uomo è stato quindi definitivamente bloccato e accompagnato in Questura, dove ha continuato violentemente a sferrare calci, a minacciare e inveire contro i poliziotti. Durante le operazioni di Polizia citate, due agenti hanno subito lesioni giudicate guaribili rispettivamente in sette e dieci giorni.

Urinano sui mezzi dei Vigili del fuoco. Uno di loro aggredisce i poliziotti intervenuti sul posto

Arrestato e sottoposto ai domiciliari

Alla luce di quanto sopra il soggetto, identificato per M.F., italiano classe 1985, con numerosi precedenti per reati contro la persona, contro il patrimonio e per spaccio di sostanze stupefacenti, è stato quindi tratto in arresto per i reati sopra indicati. Nella mattinata odierna ha avuto luogo il processo direttissimo presso il Tribunale di Lecco, dove l’arresto è stato convalidato ed è stata disposta nei confronti del reo la misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa di giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco alla guida, aggredisce e picchia i poliziotti dopo il test alcolemico: arrestato

LeccoToday è in caricamento