rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Cronaca Calolziocorte

Addio a Mimmo, ha insegnato scuola guida a due generazioni di calolziesi

Lutto per la scomparsa di un uomo molto conosciuto e stimato. Roselli si è spento a 75 anni, 30 dei quali a capo dell'Autoscuola San Martino. La figlia: "Sembrava burbero, ma era buonissimo"

Addio a Mimmo, Re della scuola guida e uno dei volti simbolo di Calolziocorte. Domenico Roselli (detto Mimmo) è morto all'età di 75 anni, dopo una vita dedicata alla famiglia e al lavoro. In Valle San Martino era molto conosciuto e stimato, soprattutto per il suo mestiere - svolto con impegno e passione - come insegnante di scuola guida presso l'autoscuola San Martino che aveva aperto insieme alla moglie Tiziana a inizio anni Ottanta in via Galli. Un'attività portata avanti fino alla meritata pensione.

Dopo aver iniziato a lavorare come camionista, Mimmo Roselli si era poi dedicato a schede e prove pratiche insegnando la guida a due generazioni di calolziesi (e non solo), qualche migliaia di persone, soprattutto ragazzi alle prime armi con volante e frizione. Mimmo era stato anche volontario del soccorso, guidando per alcuni anni l'ambulanza e amava le camminate, in particolare in  montagna con gli amici. Anche la moglie Tiziana, venuta a mancare nel luglio del 2021, era stato un pezzo di storia calolziese, una storia bella e appassionata come dimostrò il suo proficuo impegno alla guida della Pro loco.

Una foto di Mimmo Roselli.

Mimmo Roselli, originario di Polistena in provincia di Reggio Calabria, si è spento ieri a seguito di un grave male che lo aveva colpito a fine primavera. Fino all'ultimo è stato accudito con grande affetto dai famigliari. Lascia il figlio Paolo, la figlia Valeria e gli affezionati nipotini Alessandro e Ginevra. E proprio Valeria lo ricorda con parole toccanti e sincere, riportando anche un aneddoto sul lavoro del papà.

"Ora stiamo vivendo un momento molto triste per la scomparsa di un uomo buono, affettuoso con tutti noi, che ha lottato fino all'ultimo -  spiega Valeria - In tanti ci stanno esprimendo le loro condoglianze e li ringraziamo, anche perché sono parole che ci aiutano e ci fanno capire quanto in molti gli volessero bene, come era già capitato con mia mamma Tiziana. Sono numerosi i ricordi di papà Mimmo che porto con me. Da piccola veniva a salutarmi quando ero già a dormire perché tornava a casa tardi dal suo primo lavoro di camionista. Poi decise di aprire l'Autoscuola San Martino".

"Tantissimi ragazzi di Calolzio e dintorni hanno preso lezioni di guida da lui. Sembrava burbero, ma era buonissimo - aggiunge la figlia - Teneva tanto al suo lavoro che svolgeva con passione, cercando di insegnare al meglio come guidare in sicurezza. Non risparmiava le urla, perfino a me quando ero stata sua alunna. Quando avevo fatto l'esame e l'istruttore mi aveva promossa, vedendo a fine prova il cognome aveva detto a papà: 'Questa ragazza si chiama come lei', e lui: 'Per forza, è mia figlia. Glielo dico solo ora ad esame superato per non influenzarla. Se sa guidare bene, altrimenti sarebbe stato giusto bocciarla. Io non mando pericoli sulla strada'".

Mimmo era così. L'ultimo saluto a Roselli verrà tributato giovedì 15 dicembre alle ore 15.30 direttamente al cimitero del Lavello a Calolziocorte con un piccolo corteo fino alla tomba della moglie Tiziana. "Ciao papy, ci mancherai. Ora sei con mamma" - il post dei figli al quale si stanno unendo in queste ore anche le condoglianze di tanti calolziesi, tra cui l'attuale presidente della Pro loco Calolzio, Simona Bonacina: "Ciao Mimmo, ora sei con la tua cara Tiziana. Vi golio ricordare così, insieme abbracciati e sorridenti".

Tra i tanti post in ricordo di Mimmo Roselli anche quello dell'attuale presidente della Pro loco Calolzio, Simona Bonacina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Mimmo, ha insegnato scuola guida a due generazioni di calolziesi

LeccoToday è in caricamento