rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Notizie Val San Martino / Via Antonio Stoppani

Zona stazione più sicura con il Comando della Polizia locale. E ora nuove telecamere

Presentata a Calolzio la nuova sede all’interscambio. Presto accesi 75 impianti di un potente sistema di videosorveglianza. Più avanti "varchi" per evitare camion in centro

È già operativa la nuova sede della Polizia locale di Calolziocorte: un Comando più ampio a attrezzato nella palazzina di via Stoppani che si affaccia sull'area dell'interscambio ferro-gomma sotto la stazione ferroviaria.

"Abbiamo scelto questa postazione sia per dotare gli agenti di spazi più ampi e attrezzati, sia per avere un presidio di sicurezza in un'area delicata come quella vicina alla stazione ferroviaria - ha spiegato il sindaco Marco Ghezzi guidando il sopralluogo di presentazione che si è tenuto nel pomeriggio di lunedì 23 gennaio - Ringrazio l'assessore Dario Gandolfi per aver seguito con impegno questa riqualifica e il successivo trasloco del Comando, comprensivo di nuovi allacciamenti per la rete wi-fi e per gli impianti di videosorveglianza che presto verranno ulteriormente potenziati. Il Comando si trova al piano terra sotto la nuova sala civica ed è stato completato con una serie di arredi riutilizzati da altre strutture pubbliche come l'ex sede Ausm, anche in un'ottica di risparmio per le casse pubbliche e di contrasto agli sprechi".

E proprio Dario Gandolfi ha guidato i presenti alla scoperta della sede il cui ingresso è rivolto su via Stoppani: oltre a tre sale per gli agenti con computer e impianti presto collegati alla videosorveglianza, ci sono uno spazio transennato e chiuso per il deposito delle armi e un front office/sportello per l'accesso del pubblico. Il comandante Andrea Gavazzi, con il vice Filippo Salerno e altri agenti hanno parlato di una nuova sede efficiente e completa di tutte le dotazioni necessarie.

Nel Lecchese il paese con una telecamera ogni 34 abitanti, il sindaco: "Un record"

"Questa scelta è già utile di per sè ad aumentare il sentore di sicurezza da parte dei cittadini in questo ampio piazzale che si trova sotto la stazione ferroviaria - conferma il comandante Gavazzi - già molti cittadini sono venuti a trovarci. Il prossimo step, è questione di giorni in base alle tempistiche della normativa sulla privacy, sarà riattivare il sistema di videosorveglianza ancora più moderno e potenziato". 

Un tema poi ripreso dall'assessore alla sicurezza Luca Caremi. "Solo nell'area della stazione abbiamo una decina le telecamere, che fanno parte dell'attuale dotazione in via di potenziamento. Calolzio può ora contare su 50 telecamere tra fisse e mobili, più 14 sistemi di lettura targhe. A queste si aggiungeranno quelle della Provincia per contrastare l'abbandono selvaggio di rifiuti, più quelle inserite nel bando Scuole sicure di Prefettura e Ministero che interesseranno la zona dell'istituto superiore Rota e il parco Salvador Allende".

In totale su Calolziocorte sarà dunque attivo un "Grande Fratello" di ben 75 videocamere. "A breve sarà possibile avere un controllo pressoché totale dei veicoli in ingresso e in uscita dalla città - ha aggiunto Caremi - Avremo quindi un presidio in più per la sicurezza e l'impianto di videosorveglianza, molto moderno e innovativo, permetterà di verificare anche il passaggio di veicoli sprovvisti di assicurazione. Ora sono in corso gli ultimi passaggi burocratici legati alla privacy, poi verrà via via attivato e l'impianto potrà essere collegato anche con il Comando dei Carabinieri".

Un ulteriore aspetto importante riguarda la creazione di una sorta di varco (stile Ztl delle grandi città) per sanzionare i mezzi pesanti che entrano in città nonostante il divieto e la deviazione obbligatoria lungo la tangenzialina a lago. Le telecamere saranno attive nei due punti di ingresso e uscita dalla città lungo la Lecco-Bergamo e individueranno tutte le violazioni. Per questo ulteriore sistema di controllo occorrerà comunque attendere ancora 4/5 mesi e il definitivo via libera dal Ministero: se ne parlerà dunque a fine primavera.

Andrea Gavazzi, Filippo Salerno e il sindaco di Calolziocorte Marco Ghezzi.

Un altro dei locali interni.

Il Comando di via Stoppani.

Andrea Gavazzi, Luca Caremi e Dario Gandolfi.

Il comandante, il vice e due agenti della Polizia locale di Calolziocorte.

Un'immagine interna della nuova sede con il front office per il pubblico.

Il vicecomandante Filippo Salerno e il comandante Andrea Gavazzi.

Un veicolo della Polizia locale nei pressi della nuova sede.

L'ingresso della sede della Polizia locale in via Stoppani.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona stazione più sicura con il Comando della Polizia locale. E ora nuove telecamere

LeccoToday è in caricamento