menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente della Provincia, e sindaco di Nibionno, Claudio Usuelli

Il presidente della Provincia, e sindaco di Nibionno, Claudio Usuelli

«Rispettate il Dpcm e le norme anti-covid»: l'appello dei sindaci lecchesi alla popolazione

Richiesta del presidente della Provincia Usuelli, del primo cittadino di Lecco Gattinoni e degli altri amministratori del territorio: «Uno sforzo ora per evitare un nuovo lockdown»

«Limitate gli spostamenti, evitate gli assembramenti: fermiamo insieme il dilagare del virus». Il presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli e il sindaco del Comune capoluogo Mauro Gattinoni, insieme a tutti i sindaci dei Comuni del territorio provinciale, hanno lanciato un appello forte ai cittadini: «Alla luce delle disposizioni previste dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 24 ottobre 2020, richiamiamo tutti i nostri cittadini a un grande senso di responsabilità per affrontare in modo efficace questa nuova fase di emergenza».

In particolare, gli amministratori del territorio chiedono di ridurre gli spostamenti, limitandoli a esigenze lavorative, a situazioni di necessità o a motivi di salute, e di evitare qualsiasi assembramento in luoghi pubblici e privati che possa facilitare la diffusione del virus. Non mancheranno i controlli e, nel caso di infrazioni, le relative sanzioni.

Servizi anti-covid nel Lecchese: eseguiti quattrocento controlli, nessuna sanzione elevata

«Al di là dell'attività di controllo delle forze dell'ordine, che verrà implementata per far rispettare le norme contenute nel Dpcm - proseguono i sindaci e il presidente - è fondamentale che ognuno di noi si autodetermini per adottare tutte le misure necessarie a contenere il rischio di diffusione del Coronavirus. Sappiamo che questo Dpcm comporta nuovi sforzi e nuovi sacrifici, in particolare per determinate categorie economiche che andranno adeguatamente e prontamente ristorate, ma solo così potremmo evitare un ulteriore lockdown totale che graverebbe pesantemente sulla vita economica e sociale di tutti noi. Dimostriamo di avere un forte senso civico e di essere in grado di autoregolamentarci autonomamente, senza la necessità di controlli e imposizioni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento