rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Attualità

Lecco conquista "Euromeet 2024": sarà la capitale dello sport green e outdoor

Nel settembre 2024 si terrà sul ramo lecchese (e per la prima volta in Italia) l'evento internazionale di Enos. L'annuncio della Provincia: "Una grande vittoria per il nostro territorio, ottenuta facendo rete". Ecco quali sport si disputeranno

Lecco diventerà presto la capitale europea dello sport outdoor. La Provincia - facendo rete insieme ad altre istituzioni e realtà del territorio - ha ottenuto infatti l'Euromeet 2024, l'evento continentale dedicato allo svolgimento e allo sviluppo sostenibile degli sport outdoor. Si tratta della prima edizione che andrà in scena in Italia dopo quelle in altri Paesi del nostro continente.

L'appuntamento è sul ramo lecchese del lago di Como per le tre giornate dell'11, 12 e 13 settembre 2024, come illustrato oggi a Villa Locatelli dall'Amministrazione provinciale guidata dalla presidente Alessandra Hofmann, insieme a Regione Lombardia, Politecnico e UniverLecco. Oltre 400 le persone attese per quanto riguarda partecipanti e organizzatori (più turisti e appassionati) e 12 le discipline sportive ad oggi in programma, tutte caratterizzate da due aspetti chiave e imprescindibili: il rispetto dell'ambiente e lo svolgimento delle gare all'aperto, riscoprendo le bellezze naturali del territorio. Un vero e proprio assaggio di quelle che saranno poi le Olimpiadi Invernali del 2026, anche se Euromeet coinvolgerà sportivi a livello amatoriale.

La presentazione dell'evento sportivo.

La presidente Hofmann: "Un evento di portata internazionale che valorizzerà il Lecchese"

"L'ufficialità da parte degli organizzatori di Enos è appena arrivata e siamo davvero felici di aver ottenuto questi 'Giochi' di livello internazionale che rappresentano un'occasione di grande promozione per Lecco e i comuni della sua provincia - sottolinea Alessandra Hofmann - Siamo arrivati a questa vittoria, che rappresenta comunque un punto di partenza di un cammino organizzativo più complesso, grazie alla capacità di fare rete dimostrata da tante realtà del territorio. Insieme abbiamo lavorato per creare una candidatura solida e questo lavoro è stato premiato. L'Euromeet rappresenta un'occasione di interazione, di sviluppo del networking e condivisione delle conoscenze con conferenze e workshop che vedono coinvolti, oltre ai partecipanti, i rappresentati delle associazioni sportive, i ricercatori professionisti del settore, le istituzioni accademiche e le imprese produttive di attrezzature del territorio". I partecipanti potranno praticare le seguenti discipline sportive.

  • Kitesurf
  • Windsurf
  • Wakeboard
  • Parapendio
  • Rowing
  • Mountain Bike
  • Sailing
  • Climbing
  • Canoa
  • Triathlon
  • Beach Volley
  • Skating

Le precedenti edizioni di Euromeet si erano svolte in Francia, Slovacchia, Regno Unito, Spagna e Portogallo, fino all'ultima, quella del settembre 2022, in Danimarca. I partecipanti dovranno praticare sport all'insegna del rispetto dell'ambiente e per l'occasione verranno create delle convenzioni a favore del trasporto pubblico e della mobilità sostenibile, viaggiando di più su treni e battelli. Lecco e la sua provincia potranno mettere in vetrina anche i prodotti alimentari a chilometro zero del territorio, promuovere lago e montagne e fare vivere la natura in ottica "slow", senza fretta, tra piste ciclabili e passeggiate. Da tutti questi elementi è nata la candidatura vincente premiata da Enos, acronimo di European Network of Outdoor Sports. Al momento i comuni dove si svolgeranno le gare saranno: Lecco, Sirone, Merate, Eupilio, Suello, Paderno D'Adda, Galbiate, Civate, Valmadrera, Abbadia Lariana e Dervio.

L'intervento della presidente Alessandra Hofmann. Vicino a lei Antonio Rossi e Manuela Grecchi.

Oltre a sport e sostenibilità, spazio inoltre a inclusione e conoscenza, grazie al contributo del Politecnico di Milano, Campus di Lecco. "Sappiamo che lo sport è anche uno strumento per la salute, la prevenzione, la cura di certe malattie, nonché per dare la possibilità a tutti di poter partecipare a determinate attività e di avviare percorsi di riabilitazione - ricorda Manuela Grecchi, prorettore del Polo territoriale di Lecco - Noi ci faremo carico della parte scientifica legata allo sport perché il format dell'evento prevede anche l'arrivo a Lecco di esperti e ricercatori da tutto il mondo. La parte meno ludica e più scientifica sarà ospitata chiaramente al Campus. Per noi è un onore essere stati introdotti in questo mondo. Ci fa molto piacere non solo aver vinto tutti insieme la candidatura ad Euromeet 2024, ma anche sapere che il territorio ci abbia visto come una componente importante con la quale lavorare".

Antonio Rossi: "Alla commissione ho detto: venite e vi innamorerete dei nostri luoghi"

"Siamo riusciti a imporci superando la concorrenza dell'Occitania, nel sud della Francia, e di un'altra candidatura - spiega Antonio Rossi, sottosegretario di Regione Lombardia - Appena mi hanno parlato di questa opportunità l'ho colta al balzo, ho pensato allo scenario lecchese e a come convincere la commissione competente a livello europeo per portare l'evento nel nostro territorio. Arriveranno oltre 400 persone da tutta Europa. Si tratta di un modo per promuovere la nostra terra all'insegna del motto mens sana in corpore sano: alla mattina i partecipanti andranno al Politecnico e al pomeriggio si misureranno nelle varie attività sportive. Il presidente ha illustrato il progetto molto bene e quando mi hanno chiesto di intervenire ho ricordato che proprio qui mi sono allenato durante la mia carriera sportiva e olimpica. A Lecco e dintorni c'è la possibilità di praticare tutti gli sport outdoor. Ai 'selezionatori' ho solamente detto venite e vi innamorerete dei nostri luoghi".

L'intervento del Consigliere regionale Mauro Piazza.

"Sono molto contento di aver visto questa collaborazione, questa capacità del territorio lecchese di allineare le proprie capacità per arrivare a una vittoria importante - dichiara Mauro Piazza, Consigliere regionale - Euromeet è l'occasione per uscire un po' da quel complesso d'inferiorità lecchese sul tema del turismo, la classica ciliegina sulla torta di tante iniziative messe in campo per proiettarci nella direzione di diventare la capitale dell'outdoor nel panorama italiano e perfino internazionale. Con questo evento e soprattutto con le Olimpiadi abbiamo colto l'occasione per lavorare, come Regione e non solo, anche sul potenziamento delle infrastrutture e dei collegamenti tra il Lecchese e la Valtellina. Stando sul tema sportivo e ambientale penso soprattutto alle piste ciclabili. Questa assegnazione rappresenta il sigillo sul valore di Lecco e sull'impegno del territorio nel promuovere se stesso e il turismo, all'insegna della concretezza".

Le prossime tappe di un iter che vedrà il momento clou tra quasi 2 anni

Quali saranno ora le prossime tappe in vista del 2024? Le ha illustrate in chiusura di conferenza stampa Alessandra Hofmann. A metà dicembre ci sarà una prima riunione del Board alla quale parteciperanno: Chairman European Network of Outdoor Sports (Enos); Technical University of Munich and Head of Enos sustainability group; German MTB forum and involved in Enos communications group; Leave no Trace Ireland and involved in Enos communications group e Silkeborg Municipality Denmark - lead in the 2022 Euro'meet. Nel prossimo mese di marzo la provincia di Lecco ospiterà poi l'intero board di Enos per un primo sopralluogo operativo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco conquista "Euromeet 2024": sarà la capitale dello sport green e outdoor

LeccoToday è in caricamento