Annone, un anno fa il crollo del ponte. A che punto siamo?

365 giorni fa la tragedia coinvolse soprattutto Claudio Bertini, 63enne di Civate rimasto ucciso sotto il peso del cavalcavia. Quando s'inaugurerà il nuovo ponte?

Sono passati esattamente 365 giorni dal giorno in cui crollò il ponte di Annone BrianzaUn avvenimento senza precedenti, rimbalzato sulle cronache extraitaliche per la sua gravità, che causò soprattutto la morte di Claudio Bertini, 63enne di Civate rimasto schiacciato nella sua Audi. Una tragedia, questa, dai contorni ancora non limpidi, che rimbalza di competenza in competenza e di teoria in teoria da un anno a questa parte.

Il tempo però si è sostanzialmente fermato al 30 ottobre 2016, quando la strada venne riaperta: aldilà degli avvisi di garanzia emessi e delle indagini effettuate, nessuno è stato individuato come colpevole della vicenda. Il caso relativo alla ricostruzione, poi, è ancor più complesso: da mesi si parla di fondi pronti ad essere investiti per rimettere in piedi l'infrastruttura, nodo vitale per la viabilità e, ancor più, per l'economia delle aziende della zona.

Il video che mostra il crollo del ponte di Annone

I fatti parlano di altro: la "psicosi da crollo del ponte", visti i fatti avvenuti successivamente anche in altre zone d'Italia, permane e si manifesta più o meno violentemente. Dal 2 novembre 2016 è stato chiuso anche il cavalcavia d'Isella, frazione di Civate, proprio per il rischio caduta. Salvo eventi improbabili, difficile credere che si terrà fede a quanto detto poco meno di un anno fa: il 2017 non coinciderà con l'anno di apertura della nuova infrastruttura che, anzi, giusto di recente è tornata agli "onori" della cronaca.

Svariate poi le ordinanze di chiusura emesse da un anno a questa parte in varie zone della Provincia di Lecco, sintomo di giustificata preoccupazione diffusasi in maniera virale.

Tornando al cavalcavia di Annone Brianza, Anas si occuperà del finanziamento e dell'appaltamento dell'opera: il "si" definitivo è atteso questa settimana, dopodichè dovrebbe iniziare la fase della gara d'appalto. Il costo, 2,8 milioni di euro, consentirà d'installare un ponte lungo 45 metri, largo 15, comprendente pista ciclabile e marciapiede; la portata è stimata in oltre cento tonnellate per senso di marcia. Il termine dei lavori è fissato nel marzo 2019.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento