Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Via Orlando Sora

Smog, ad aprile basse concentrazioni di polveri sottili nell'aria lecchese

Arpa segnala che la qualità è buona per quanto riguarda il Pm10 e accettabile per il Pm2.5. A Merate si accende un piccolo campanello d'allarme ma il confronto con marzo è positivo

Ad aprile l'aria nel cielo di Lecco è stata buona. I livelli di polveri sottili si sono rialzati soltanto nell'ultima settimana, causando un giudizio "accettabile" da parte di Arpa Lombardia per quanto riguarda il Pm2.5, le particelle più piccole. Il 23 e 24 aprile, oltre a mercoledì 29 aprile, si è sfiorato il limite dei 25 microgrammi al metro cubo indicato come valore limite per la tutela della salute (rispettivamente 24, 22 e 24 µg/m³). I rilevamenti degli altri giorni sono rimasti sotto i parametri di soglia.

Anche a inizio marzo permane su Lecco l'inquinamento da polveri sottili

Nell'ultima parte del mese di aprile non hanno causato dati preoccupanti i livelli di Pm10, al massimo giunto a 25 µg/m³ (il limite è 50 µg/m³). La pioggia caduta sul territorio negli ultimi giorni ha ulteriormente contribuito a migliorare la qualità dell'aria.

Discorso diverso a Merate, dove la qualità era stata buona fino agli ultimi giorni: il Pm10 mercoledì 28 aprile ha fatto registrare un livello di 38 µg/m³, mentre il Pm2.5 è più preoccupante con 26 µg/m³, appena al di fuori della soglia a tutela della salute. Aprile si può considerare comunque un mese più che buono su questo fronte per la nostra provincia, soprattutto confrontato con la situazione fotografata a marzo 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog, ad aprile basse concentrazioni di polveri sottili nell'aria lecchese

LeccoToday è in caricamento