Smog oltre la soglia da cinque giorni: da venerdì a Lecco stop agli Euro 4 diesel

I quantitativi di polveri sottili nell'aria hanno sforato ripetutamente il limite di attenzione: scattano le misure temporanee di 1° livello imposte dalla Regione

Cinque giorni con lo smog sopra i livelli di guardia a Lecco. Scattano anche nel nostro capoluogo domani, venerdì 21 dicembre, le misure temporanee di 1° livello imposte dalla Regione nei comuni coinvolti (quelli con più di 30.000 abitanti, oltre a quelli aderenti su base volontaria) nelle province di Milano, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Monza e Brianza, Varese. 

Le misure temporanee riguardano il traffico (limitazioni per i veicoli fino a Euro 4 diesel in ambito urbano, obbligo spegnimento motori in sosta), il riscaldamento domestico (limitazione all'uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore alle 3 stelle, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni) e l'agricoltura (divieto di spandimento liquami zootecnici, divieto assoluto di combustioni all'aperto).

Smog: tornano a far paura i livelli di Pm10

L'aggiornamento dei dati relativi alla giornata di ieri, mercoledì, ha fatto registrare il raggiungimento del sesto giorno di superamento consecutivo nelle province di Monza e Brianza e Cremona e il quinto giorno consecutivo nelle province di Milano, Bergamo, Brescia, Varese, Como e Lecco. Dunque, nella giornata di oggi (giovedì, giorno di controllo) sono scattate le misure temporanee di primo livello.

Le condizioni meteo per i prossimi giorni non si preannunciano favorevoli alla dispersione degli inquinanti in atmosfera: per questo motivo si rende necessaria l'attivazione delle misure temporanee di primo livello. Stanti le previsioni Arpa, per la giornata odierna in generale favorevoli alla dispersione degli inquinanti mentre per la giornata di domani nuovamente favorevoli all'accumulo, si determinano le condizioni per l'attivazione delle limitazioni temporanee in modalità automatica nei Comuni aderenti delle otto province.

Abitudini al volante: il lecchese percorre 500 chilometri all'anno in meno

I dati sulla qualità dell'aria a valle del blocco verranno esaminati ogni giorno da Arpa e verrà data comunicazione in maniera tempestiva circa la cessazione delle limitazioni temporanee di 1° livello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grazie alle recenti modifiche introdotte dalla recente delibera approvata dalla giunta regionale su proposta dell'assessore all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, qualora si registrassero valori al di sotto della soglia per due giorni consecutivi si potrà procedere con la disattivazione delle
misure temporanee di primo livello senza aspettare il giorno di controllo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, lo studio dell'ospedale di Lecco: «Si può manifestare anche con segni sulla pelle»

  • Tragedia nel cuore della città: trovato senza vita il Pubblico Ministero Laura Siani

  • Gesto estremo al parco Belvedere: tragedia nel rione di Santo Stefano

  • Statale 36: violento incidente a Nibionno, gravi le condizioni di due biker

  • Si ribaltano con l'automobile all'interno dell'Attraversamento: due feriti

  • Morte Siani, gli investigatori sulle cause della scomparsa: «Prevale l'ipotesi del suicidio»

Torna su
LeccoToday è in caricamento