rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Notizie Centro storico

"L'ordinanza del sindaco porterà a un aumento fuori controllo dei gatti randagi"

L'ex assessore Ezio Venturini: "Cosa succederebbe senza le associazioni che si prendono cura delle colonie? Si pensi piuttosto alla derattizzazione"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Senza alcun ombra di dubbio un'ordinanza di un sindaco deve essere rispettata. Detto questo però non toglie che un'ordinanza può essere giustamente, seppur rispettata, contestata.

Credo che sia il caso dell'ultima ordinanza che vieta di dar da mangiare agli animali randagi. Chiaro che non mi metterò a parlare di nutrie o di quant'altro, classificandosi animali selvatici, per cui di competenza provinciale dove un sindaco ha la facoltà di intervenire per gravi situazioni di degrado o emergenza sanitaria.

Questo però credo che non lo sia per i gatti in quanto gli unici, chiamiamoli randagi, sono colonie feline protette da una legge regionale del 30 dicembre 2009 n.33 (ulteriore riferimento la legge 281/91).

La loro mamma uccisa da un'auto, scatta la solidarietà per quattro gattini

Immaginiamo solo per un attimo che tutte queste colonie non siano monitorate dalle cosiddette gattare, che pazientemente danno da mangiare a queste colonie con la relativa particolare attenzione alla pulizia e al decoro della città. Se non avvisassero le varie associazioni della presenza di nuovi nati nelle colonie? Cosa succederebbe? 

Non intervenendo le varie associazioni, catturando i nuovi nati per portarli all'Ats per la sterilizzazione, i gatti si produrrebbero in pochissimo tempo in modo esponenziale. Allora sì che la nostra città sarebbe invasa da innumerevoli gatti fuori ogni controllo.

Allora chiaro, mi auguro che questa ordinanza non sia stata scritta in modo corretto e che si intendesse qualcosa d'altro, per cui un grosso malinteso.

Già che siamo in tema ho notato a Lecco questa estate una grossa invasione di zanzare e topi. Ricordo che nel periodo in cui avevo la carica da assessore la giunta Brivio era particolarmente attenta a questo tipo di problematiche, ma oggi ho un legittimo dubbio che questo tipo di situazione sia fuori controllo.

Per cui inviterei il signor sindaco a rivedere l'ordinanza emessa e a prestare più attenzione il prossimo anno alla derattizzazione.

Ezio Venturini 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'ordinanza del sindaco porterà a un aumento fuori controllo dei gatti randagi"

LeccoToday è in caricamento